Cipolla e aglio

Le liliacee da piantare in autunno sono le piante che costituiscono la base aromatica di gran parte dei piatti italiani e mondiali sono facilmente coltivabili anche nei nostri orti e campi con alcune semplici precauzioni e indicazioni che aiuteranno nella gestione delle eventuali problematiche.

Leggi tutto >>


Le colture dalla foglia scura adatte alla diminuzione delle ore di sole nell’arco della giornata. Spinacio, bieta, bietolina e… cicoria!
Tra le ultime piante che possiamo seminare o trapiantare nella stagione estivo-autunnale ecco le chenopodiacee e una conosciuta composita.

Leggi tutto >>


Effetti diretti ed indiretti di questa tecnica utile al miglioramento della struttura e del tenore di sostanza organica nel terreno Con la diminuzione della disponibilità di letami provenienti da allevamenti (biologici o convenzionali) si è posta, già diversi anni or sono, la questione relativa ai metodi attraverso i quali apportare sostanza organica, o precursori della stessa, nei terreni coltivati. 

Leggi tutto >>


Dagli animali giunge un notevole contributo all’aumento e al mantenimento della fertilità del terreno. Ecco i principali criteri da prendere in considerazione nel caso in cui volessimo arricchire la nostra azienda con questa importante attività.
È comune, quando si parla di biologico, pensare alle coltivazioni vegetali, alle distese di cereali o alle piante da orto e da frutta e agli insetti che, cibandosi di altri insetti, difendono le nostre piante dai loro parassiti. Se poi guardiamo i dati rispetto agli acquisti di prodotti biologici in Italia,

Leggi tutto >>


La pianificazione delle coltivazioni è uno dei momenti più importanti nei quali si decide la qualità delle produzioni e il mantenimento della fertilità dei suoli. Nei precedenti appuntamenti di questa rubrica abbiamo trattato, pur se brevemente, alcune note relative all’impostazione generale dell’azienda agricola biologica. È giunto il momento di individuare ora degli strumenti operativi che ci permettano di ottimizzare le risorse a nostra disposizione al fine di ottenere i risultati che desideriamo.

Leggi tutto >>


La qualità della produzione e la quantità di prodotto, in un’azienda biologica, derivano direttamente dalla fertilità del terreno. La fertilità del terreno dipende dalla sua gestione e dalle lavorazioni che sono svolte.
Le condizioni pedologiche di partenza (ovvero le caratteristiche strutturali del terreno) sono molto importanti per ottenere buone produzioni con continuità anche in condizioni climatiche difficili, ma la gestione del terreno stesso e delle sue lavorazioni possono rapidamente peggiorare, o lentamente migliorare nella migliore delle ipotesi,

Leggi tutto >>