I prodotti della cucina vegetariana biointegrale

I PRODOTTI DELLA CUCINA VEGETARIANA BIOINTEGRALE

CEREALI: sono sette e corrispondono idealmente ai sette giorni della settimana e ai sette pianeti classici secondo quest’ordine:

Domenica (ingl. Sun-day), il giorno del Sole – Frumento
Lunedì, il giorno della Luna – Riso
Martedì, il giorno di Marte – Orzo
Mercoledì, il giorno di Mercurio – Miglio
Giovedì, il giorno di Giove – Segale
Venerdì, il giorno di Venere – Avena
Sabato (ingl. Satur-day), il giorno di Saturno – Mais

LEGUMI: quelli più usati sono fagioli, piselli, ceci, lenticchie, fave, soia. Da usare freschi nella stagione in cui si raccolgono, secchi nelle altre stagioni.

VERDURE: tutti i tipi che la natura offre in base alla stagione e all’ambiente in cui si vive

FRUTTA: tutti i tipi di frutta che la natura offre in base alla stagione e all’ambiente in cui si vive.

SEMI  OLEOSI: si distinguono dalla frutta per il loro alto contenuto in grassi e proteine che li rendono dei veri e propri alimenti. Sono le noci, le nocciole, le mandorle, gli arachidi, e i pinoli.

Questi, in ordine di importanza, i prodotti che sono alla base della cucina vegetariana; ci sono poi altri prodotti che completano o integrano i primi.

LE PIANTE AROMATICHE:  sono numerose ed hanno una caratteristica comune, che trasmettono ai cibi l’aroma di cui sono ricche. Inoltre rendono il cibo più digeribile e favoriscono la sua conservazione. Alcune sono di produzione locale: alloro, rosmarino, salvia, basilico, origano, timo, santoreggia, cerfoglio, ginepro, maggiorana, melissa, menta, peperoncino, zafferano.  Altre sono d’importazione come la cannella, il chiodo di garofano, la noce moscata, lo zenzero.

GLI ALIMENTI FERMENTATI: quelli di uso più comune sono lo jogurt e le verdure fermentate, crauti specialmente, ma anche carote, cipolle, barbabietole e altre. Oltre alla conservabilità hanno il pregio di essere molto più digeribili ed hanno una funzione salutare sulla flora batterica intestinale.

GLI INTEGRATORI ALIMENTARI: sono i germogli, il lievito di birra, il polline, la pappa reale, il ginseng.
Sono prodotti naturali che servono a compensare alcune carenze nell’organismo dovute a un’alimentazione sbagliata o a situazioni di stress sia fisico che psichico. Vanno usati per periodi limitati perchè il loro scopo non è quello di nutrire quanto quello di stimolare la naturale vitalità organica.

ALIMENTI PARTICOLARI di origine orientale che possono servire come integratori o condimenti:
Gomasio, fatto con semi di sesamo tostati e sale marino integrale.
Tahin, o burro vegetale, fatto con semi di sesamo, sale e olio, sostituisce il burro animale.
Tamari, o salsa di soia, fatto con soia, frumento, sale e acqua.
Shoyu, è come il tamari però più leggero.
Miso, ottenuto dalla fermentazione della soia per mezzo di un fungo microscopico, con l’aggiunta di sale e alcuni cereali;  è indicato in aggiunta a brodo o minestre vegetali per cure atte a ristabilire la flora intestinale.
Tofu, o formaggio di soia, fatto con soia gialla acqua e l’alga nigari.
Seitan, alimento molto proteico fatto con il glutine del grano, lavorato con acqua, tamari e l’alga kombu*.
Muesli, miscela di fiocchi di cereali e frutta secca.
Umeboshi, varietà di prugne giapponesi che servono a disintossicare il fegato e a riequilibrare le funzioni gastrointestinali. Vanno usate per periodi ben delimitati.
Tè bancha, o tè di tre anni, ottima bevanda che non contiene caffeina.
Yannoh, fatto con orzo, soya, ceci, riso, azuki, è un ottimo sostituto del caffè e non danneggia il sistema nervoso, anzi lo fortifica (la stessa funzione, in maniera più blanda, la può fare anche il comune caffè d’orzo).
Maizena, o amido di mais, serve per addensare.

LE ALGHE si possono anche definire “verdure di mare” e vengono utilizzate nell’alimentazione sopratutto per le loro qualità rimineralizzanti. Ve ne sono di vari tipi e ognuna ha delle sue specifiche proprietà. In particolare l’alga “Kombu”  è indicata nella cottura dei legumi perchè ne facilita la digeribilità evitando la formazione di gas intestinali.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code