In memoria di Dino Frisullo

Dino Frisullo, militante antirazzista e pacifista, giornalista e scrittore, poeta e intellettuale poliglotta, appassionato difensore dei diritti dei migranti, dei rifugiati, dei rom, dei palestinesi, dei curdi e di altre minoranze oppresse.

Leggi tutto >>


Su colpa e castigo

Spesso vi ho udito dire di chi sbaglia che non è uno di voi, ma un intruso estraneo al vostro mondo.
Ma io vi dico: così come il santo e il giusto non possono innalzarsi al di sopra di quanto vi è di più alto in voi,
Così il malvagio e il debole non possono cadere più in basso di quanto vi è di più infimo in voi.
E come la singola foglia non ingiallisce senza che la pianta tutta ne sia complice muta,

Leggi tutto >>


Un Senso

Voglio trovare un senso a questa sera
Anche se questa sera un senso non ce l’ha

Voglio trovare un senso a questa vita
Anche se questa vita un senso non ce l’ha

Voglio trovare un senso a questa storia
Anche se questa storia un senso non ce l’ha

Voglio trovare un senso a questa voglia
Anche se questa voglia un senso non ce l’ha

Sai che cosa penso
Che se non ha un senso
Domani arriverà…

Leggi tutto >>


Il senso della Vita

Che fine ha fatto il senso della vita?
Rimasto li in silenzio come un eremita?
Perduto in una desolata landa,
immerso in tutti noi
come punto di domanda
Intenti tutti a ricercar risposte,
attratti ahimè da innumerevoli proposte.
Inganni, imbrogli, l’ormai perduta razionalità
la corsa verso l’eldorado,
la felicità.
Dimenticando cuori, non ascoltando mai i silenzi
capaci si d’uscir di casa vestiti d’impazienza.
Dimenticando che viaggia insieme a noi
l’impermanenza.

Leggi tutto >>


Che cosa significano democrazia, libertà, dignità umana, livello di vita, realizzazione di sé , appagamento ? E’ una questione di merci o di persone ?

Naturalmente è una questione di persone.

Se il pensiero economico non riesce ad afferrare questo fatto, esso è inutile.

Se non riesce ad andare al di là delle sue grandi astrazioni, il reddito nazionale, il tasso di crescita, il rapporto capitale/prodotto, l’analisi delle entrate e delle uscite,

Leggi tutto >>


La coscienza è ciò che contiene. 

Quello che essa contiene fa la coscienza.
Essa contiene angoscia, credenze, fede, amarezza, solitudine, gelosia, odio, violenza — tutte le qualita, le esperienze degli esseri umani. … perché ogni essere umano di questa terra, dai più poveri, più ignoranti e degradati sino ai più sofisticati e istruiti,  …. ha questi problemi.

Così voi siete l’intera umanità.

Quando c’è questa realtà, questa verità, che voi siete il resto dell’umanità,

Leggi tutto >>


Il mio nemico mi ha detto:

“Ama il tuo nemico”.
Ho obbedito:
ho amato me stesso.

Chi non è compagno del proprio spirito
è nemico degli uomini.

E chi non vede in se stesso un amico
muore nella disperazione.

Poichè la vita
non viene all’uomo dal di fuori,
ma sgorga dentro di lui.

da “Le parole non dette”

Leggi tutto >>


Domanda: Che cos’è la vera amicizia se non esiste fiducia e rispetto?

Veramente non so! Ma, vede, prima di tutto perché lei vuole un amico?

È perché vuole crearsi una dipendenza da lui, affidarsi a lui, avere compagnia? O è forse perché si sente solo, inadeguato che lei dipende da un altro per riempire il vuoto, e quindi usa l’altro e lo sfrutta per coprire le sue carenze personali, il suo vuoto e cosi poter chiamare quella persona amico?

Leggi tutto >>


La miniera

Ogni posto è una miniera. Basta lasciarcisi andare, darsi tempo, stare seduti in una casa da tè ad osservare la gente che passa, mettersi in un angolo del mercato, andare a farsi i capelli e poi seguire il bandolo di una matassa che può cominciare con una parola, con un incontro, con l’amico di un amico di una persona che si è appena incontrata e il posto più scialbo, più insignificante della terra diventa uno specchio del mondo,

Leggi tutto >>


La Follia

Osservate con quanta previdenza la natura, madre del genere umano, ebbe cura di spargere ovunque un pizzico di follia. Infuse nell’uomo più passione che ragione perché fosse tutto meno triste, difficile, brutto, insipido, fastidioso. Se i mortali si guardassero da qualsiasi rapporto con la saggezza, la vecchiaia neppure ci sarebbe.
Se solo fossero più fatui, allegri e dissennati godrebbero felici di un’eterna giovinezza.
La vita umana non è altro che un gioco della Follia.

Leggi tutto >>


Amico mio …

Amico mio, tu e io rimarremo estranei alla vita, e l’uno all’altro, e ognuno a se stesso,
Fino al giorno in cui tu parlerai e io ascolterò,
ritenendo che la tua voce sia la mia voce;
e quando starò zitto dinanzi a te
Pensando di star ritto dinanzi a uno specchio.

Leggi tutto >>


Amici per sempre

Si può essere amici per sempre,
anche quando le vite ci cambiano,
ci separano e ci oppongono.
Si può essere amici per sempre,
anche quando le feste finiscono
e si rompono gli incantesimi.

Leggi tutto >>


Storie di un vagabondo

Due persone possono andare d’accordissimo, parlare di tutto ed essere vicine.
Ma le loro anime sono come fiori, ciascuno ha la sua radice in un determinato posto
e nessuno può avvicinarsi troppo all’altro senza abbandonare la sua radice,
cosa peraltro impossibile. I fiori effondano il loro profumo e spargono il loro seme
perché vorrebbero avvicinarsi, ma il fiore non può fare niente
perché il seme giunga nel posto giusto;
tocca al vento che va e viene come vuole.

Leggi tutto >>


Imagination

Se tracci col gesso una riga sul pavimento, è altrettanto difficile camminarci sopra che avanzare sulla più sottile delle funi.
Eppure chiunque ci riesce tranquillamente perché non è pericoloso.
Se fai finta che la fune non è altro che un disegno
fatto col gesso e l’aria intorno è il pavimento, riesci a procedere sicuro su tutte le funi.
Ciò che conta è tutto dentro di noi; fuori nessuno può aiutarci.
Non essere in guerra con te stesso: così…

Leggi tutto >>


La via del cuore

La vita deve essere una ricerca, non un desiderio, ma una ricerca.
Non un ambizione a diventare questo o quello,
il presidente o il primo ministro di una nazione, ma una ricerca per scoprire “chi sono”
Diventare è la malattia dell’anima
La vita diventa più ricca
quando l’amore e l’amicizia crescono.
Se diventi più sensibile, la vita diventa più grande.
Non è più uno stagno diventa un oceano.

Leggi tutto >>


Oceano Mare

…bisogna cercare di capire, lavorando di fantasia,
e dimenticare quel che si sa in modo che l’immaginazione
possa vagabondare libera, correndo lontana dentro le cose fino a vedere come
l’anima non è sempre un diamante ma alle volte velo di seta,
immagina un velo di seta trasparente, qualunque cosa potrebbe stracciarlo,
anche uno sguardo..

 Sai cos’è bello, qui? Guarda: noi camminiamo, lasciamo tutte quelle orme sulla sabbia,
e loro restano lì,

Leggi tutto >>


Non incolpare nessuno

Non incolpare nessuno,
non lamentarti mai di nessuno, di niente,
perché in fondo
Tu… hai fatto quello che volevi nella vita.
 
Accetta la difficoltà di costruire te stesso
ed il valore di cominciare a correggerti.
Il trionfo del vero uomo
proviene delle ceneri del suo errore. 
 
Non lamentarti mai della tua solitudine o della tua sorte,
affrontala con valore e accettala.
In un modo o in un altro
è il risultato delle tue azioni e la prova
che Tu sempre devi vincere.
 

Leggi tutto >>


Operaio, non costruire più armi.
Ogni arma che fai sono moltitudini
di poveri e di operai ad essere uccisi,
con la tua stessa arma.
Come fai a lavorare per la pace
se costruisci armi? Come puoi
accarezzare i tuoi bambini
dopo che le tue mani hanno costruito
un fucile, una bomba, una mitraglia?
Come fai a procreare creando armi?
Operai lasciate le fabbriche di armi!

Leggi tutto >>


Pensieri

  “Nessuno dei mali che si vuole evitare con la guerra è un male così grande come la guerra stessa”

Bertrand Russel

 

Bisogna avere il coraggio di dire ai giovani che essi sono tutti sovrani, per cui l’obbedienza non è ormai più una virtù, ma la più subdola delle tentazioni, che non credano di potersene far scudo né davanti agli uomini, né davanti a Dio, che bisogna che si sentano ognuno l’unico responsabile di tutto.         

Leggi tutto >>


Il monumento

L’ex combattente non ha bisogno di un monumento
ma del riconoscimento che fu mandato al macello
per affari non suoi.
Gli avevano insegnato che il nemico
era al di là di un confine
e perciò non capiva che la guerra
era una lite fra capitalisti
(come dicevano i socialisti)
e che sarebbe stata un’inutile strage
(come disse il papa di allora)
In trincea, mentre infilava con la baionetta
i suoi fratelli operai che parlavano altra lingua,

Leggi tutto >>