La zucca

La zucca come la conosciamo oggi, è probabilmente originaria dell’America centrale poiché esistono ritrovamenti di semi di zucca risalenti al 7000-6000 a. C. Ad avvalorare tale origine è la constatazione che in queste aree geografiche la zucca cresce spontaneamente. La sua coltivazione non aveva solo uno scopo alimentare ma veniva utilizzata anche come contenitore per l’olio, il vino, i cereali o il latte, se ne ricavavano inoltre ciotole, piatti e cucchiai. La selezione dell’ortaggio nell’arco dei millenni ne ha permesso il consumo alimentare,

Leggi tutto >>


Ingredienti: 1 sedano rapa – mezza mela – 130 g di funghi champignon – 1 cipolla – 1 L circa di brodo vegetale – 1 rametto di timo – olio q.b. – sale e pepe – noce moscata – 1 spicchio d’aglio.

Preparazione: lavate e pelate il sedano rapa, quindi tagliatelo a dadini di 1-2 cm. Fate la stessa cosa con la mezza mela. Tritate grossolanamente la cipolla, mettetela in una teglia a bordo alto con un po’

Leggi tutto >>


Ingredienti: 1 cavolfiore – 1 panino raffermo – 1 manciata abbondante di noci tritate – latte di soia q.b. – pangrattato q.b. – sale, pepe, olio.

Preparazione: pulite e cuocete a vapore il cavolfiore. Mettete a bagno nel latte il panino raffermo fino a quando sarĂ  ben imbevuto, poi strizzatelo e mettetelo in una terrina. Aggiungete le cime del cavolfiore schiacciato con una forchetta e amalgamate, salate, pepate e aggiungete le noci tritate,

Leggi tutto >>


Ingredienti: 800 g di prugne – caramello giĂ  pronto 1 confezione – 30/40 g di zenzero grattugiato.

Preparazione: lavate le prugne, asciugatele, tagliatele a spicchi, eliminate il nocciolo e ponetele in una terrina.
Scaldate leggermente il caramello, aggiungete lo zenzero grattugiato e amalgamate.
Versate il tutto sulle prugne, mescolate bene e servite.

Leggi tutto >>


Roibos

Il rooibos, noto anche con il nome di redbush o tè rosso africano, è un infuso ricavato dalle foglie dell’omonima pianta, appartenente alla famiglia delle leguminose. Il termine rooibos significa “arbusto rosso” e deriva dall’afrikans, una delle lingue ufficiali del Sudafrica. Questa specie vegetale cresce soltanto nella regione del Cederberg. I primi a preparare la bevanda e godere dei suoi benefici sono stati i nativi del luogo.
Ma cosa rende il tè rosso africano così speciale?

Leggi tutto >>


Ingredienti: 4 porri – ½ cipolla – ½ litro di brodo vegetale – 2 C di fiocchi di riso – sale – olio – paprica.
Preparazione: pulire i porri e la cipolla, tagliarli a pezzetti e soffriggerli in una pentola oliata. Farli saltare a fiamma alta, mescolando spesso per 15 minuti, poi aggiungere il brodo e i fiocchi di riso; far bollire per altri 10 minuti. Quindi, frullare il tutto, aggiustare di sale,

Leggi tutto >>


Frittelle di carote

Ingredienti: 3 carote medie – 130 g di farina di riso – 2 uova – sale – olio di semi di arachide.

Preparazione: pelare e grattugiare con una grattugia a fori larghi le carote e tenerle da parte. In una ciotola capiente sbattere le uova, aggiungere ½ c di sale e incorporare la farina di riso un poco per volta, senza formare grumi. Ottenuto un composto morbido, unire le carote e mischiare.

Leggi tutto >>


Tagliolini autunnali

Ingredienti: 200 g di lenticchie piccole – 250 g di tagliolini all’uovo – 50 g di funghi porcini secchi – 1 costa di sedano – 1 carota – ½ cipolla – olio – sale e paprika.

Preparazione: mettere a bagno i funghi in acqua calda per 15 minuti; lessare le lenticchie. Ridurre a piccoli cubetti carota sedano e cipolla e rosolarli con 2 C di olio in un tegame per alcuni minuti.

Leggi tutto >>


Ingredienti: 120 g di farina tipo 2 – 1 pera grande – 50 g di zucchero di canna – 1 c di foglie di rooibos – 1 c di buccia di limone grattugiata – succo di ½ limone – 5 g di lievito per dolci – 40 ml di olio di girasole – cannella in polvere.

Preparazione: preparare un infuso con 120 ml di acqua e 1 cucchiaino di rooibos, lasciando in infusione per 15 minuti.

Leggi tutto >>


. L’uva (Vitis Vinifera, Vitacee dicotiledoni) è la bacca della vite, pianta arbustiva che secondo la specie viene coltivata a spalliera e a pergola, il suo nome deriva dal latino “vìere” (legare) e si riferisce alla volubilità dei tralci che bisogna legare a sostegni per tenerli sollevati da terra; anche se, in alcuni luoghi climatici, può essere coltivata anche a ceppo libero.

Leggi tutto >>


Ingredienti 
4 fette di seitan al naturale – farina di riso – 1 cipolla rossa – 1 bicchiere di succo d’uva ottenuto spremendo dell’uva nera tipo merlot o cabernet – olio – sale – coriandolo.

Preparazione
soffriggere in un cucchiaio d’olio mezza cipolla rossa tagliata sottile (conservando gli anelli). Passare le fette di seitan nella farina, poi appoggiarle sulla padella con la cipolla e cuocere 3 minuti per lato;

Leggi tutto >>


Ingredienti 
1kg di uva clinton per ottenere dopo la spremitura mezzo litro di succo d’uva – 2 c di farina tipo 0 – 1 c di zucchero.

Preparazione
lavare l’uva, asciugarla, togliere gli acini dal raspo e spremerli con estrattore o altro strumento. Prendere un colino grande e mettere i due cucchiai di farina, versare a filo il succo d’uva, con un mestolo di legno mescolare in modo che il liquido e la farina scendano insieme nel pentolino.

Leggi tutto >>