Il porro

Pianta erbacea, deriva probabilmente da una specie spontanea (Allium ampeloprasum) raccolta come primizia di primavera, presumibilmente originaria dell’Asia Occidentale; annovera una storia che denota l’interesse, nell’arco dei secoli, dell’uomo nei suoi confronti.

Leggi tutto >>


Ingredienti 
2 porri – 1 cipolla media – 3 C di fiocchi d’avena piccoli – brodo vegetale q.b. – sale – peperoncino – olio.

Preparazione
tritare la cipolla e farla appassire con un filo d’olio. Contemporaneamente incidere i due porri longitudinalmente, lavarli bene e tagliarli a pezzetti. Aggiungerli quindi alla cipolla e farli rosolare, poi unire il brodo vegetale e far cuocere. Aggiungere i fiocchi d’avena e un pizzico di peperoncino.

Leggi tutto >>


Ingredienti 
2 porri – 1 confezione di mopur – rucola – olio – sale.

Preparazione
incidere longitudinalmente i porri, lavarli e tenere la parte bianca (il verde si può usare per zuppe o verdure saltate). Sbollentarli per 1 minuto in acqua bollente salata. Preparare gli involtini stratificando due fogli di porri, una fettina di mopur e qualche foglia di rucola condita; arrotolare il tutto e disporre nel piatto.

Leggi tutto >>


Ingredienti 
1 bicchiere di miglio – 2 porri – 1 cipolla media – sale – olio – origano – prezzemolo.

Preparazione
tritare la cipolla e farla appassire con un filo d’olio. Contemporaneamente incidere i due porri longitudinalmente, lavarli bene e tagliarli a pezzetti. Aggiungerli quindi alla cipolla e farli rosolare. Lavare il miglio e cuocerlo con 2,5 bicchieri d’acqua: ad ebollizione salare, abbassare il fuoco e far cuocere fino a completo assorbimento dell’acqua (20 minuti circa).

Leggi tutto >>


Verdure saltate

Ingredienti 
2 porri – 1 confezione di mopur – rucola – olio – sale.

Preparazione
incidere longitudinalmente i porri, lavarli e tenere la parte bianca (il verde si può usare per zuppe o verdure saltate). Sbollentarli per 1 minuto in acqua bollente salata. Preparare gli involtini stratificando due fogli di porri, una fettina di mopur e qualche foglia di rucola condita; arrotolare il tutto e disporre nel piatto.

Leggi tutto >>


Cannoli alla zucca

Ingredienti 
200 g di pasta fillo (in alternativa usate la pasta sfoglia) – 400 g di zucca sbucciata – 120 g di zucchero – ½ L di latte di riso – 2 C colmi di panna di riso – 2 tuorli d’uovo – 30 g di amaretti – 100 g di mandorle – un pizzico di cannella – 1 c di amido di mais – zucchero a velo.

Preparazione
in una casseruola mettere la zucca tagliata a cubetti,

Leggi tutto >>


Gnocchi di zucca

Ingredienti 
800 g di zucca – 100 g di farina tipo 2 – 50 g di grana grattugiato – 5 C di olio – 1 uovo – 6 amaretti – sale – noce moscata – 4 foglie di salvia.

Preparazione
pulire e tagliare a fette la zucca e cuocerla al forno per 20 minuti a 180°. Passarla al setaccio quando è tiepida, mescolarla con la farina, gli amaretti ridotti a polvere,

Leggi tutto >>


Ingredienti 
200 g di riso integrale – ÂĽ di zucca a buccia verde – 1 scalogno – 2 C di olio – brodo vegetale – 100 g di gherigli di noci – panna di soia q.b. – sale – curry.

Preparazione
tritare lo scalogno, metterlo in una padella con 2 cucchiai di olio; appena imbiondito metterne da parte una metĂ  (che verrĂ  aggiunta al riso), aggiungere la zucca tagliata a dadini,

Leggi tutto >>


Ingredienti 
8 foglie di bieta rossa – 150 g di zucca – 100 g di tofu – uno spicchio d’aglio – un rametto di timo – 1 C di salsa di soia – sale.

Preparazione
sbollentare per 2 minuti le foglie di bieta e farle asciugare su di un canovaccio. Scaldare in una padella un cucchiaio d’olio e l’aglio, toglierlo quando comincerà ad imbiondire ed aggiungere la zucca tagliata a dadini.

Leggi tutto >>


La zucca

Il nome di origine incerta, probabilmente da “cocuzza” (dal tardo latino cucutia con il significato di “testa”) passa per “cozucca” per finire a zucca. Del resto in tutto il sud Italia la zucca è ancora “cocuzza” o “cucuzza”, mentre al nord è “suca”.  L’ortaggio è presente in tutto il mondo con una grande varietĂ . Era giĂ  nota nell’antica Roma, però la zucca gialla d’inverno, che oggi è la piĂą apprezzata, è originaria dell’America tropicale, in Europa arriva nel sedicesimo secolo.

Leggi tutto >>


Il genere Capsicum (famiglia Solanacee), al quale sono aggregati i peperoni, deve la sua etimologia alla somiglianza dei suoi frutti con una scatola (capsa) nella quale sono racchiusi i semi. Originario dell’America Meridionale, probabilmente del Brasile, di natura spontanea, ampiamente coltivato da lungo tempo, con diverse varietĂ , anche in altre zone del continente americano, compare in Europa dopo la scoperta dell’America.

Leggi tutto >>


Ingredienti 
1 peperone giallo e 1 rosso – 1 cipolla piccola – 1 spicchio d’aglio – 1 peperoncino – 1 c di zucchero – erbe aromatiche secche (salvia, rosmarino, timo, origano) – una spruzzata di aceto di mele – 2 C di pangrattato – curry, olio e sale q.b.

Preparazione
tagliare la cipolla fine e mettere in una padella con l’aglio il, peperoncino e l’olio; far dorare e aggiungere i peperoni tagliati a cubetti,

Leggi tutto >>