Ladri e furfanti

L’Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade, ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole. Onestà tedesca ovunque cercai invano, c’è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina; ognuno pensa per sé, è vano, dell’altro diffida, e i capi dello stato, pure loro pensano solo per sé. …
W. Goethe, 1790 circ.

Leggi tutto >>


Prodigio

Di quanti prodigi abbiamo bisogno prima della fine? Il significato originario del termine latino “prodigium”, composto da “prod-, pro- “davanti, prima”, e “agiom” derivato di aio “dire”, quindi “preannuncio”. Prodigiosi erano detti: fatti, fenomeni, avvenimenti che trascendevano, o sembravano trascendere, l’ordine naturale delle cose, interpretati come preannuncio divino di eventi per lo più infausti.

Leggi tutto >>


Impero finanziario

La finanza capitalistica pretende di sottrarsi al vaglio della politica, di farsi legge a se stessa, di presentarsi come l’unica civiltà possibile, l’unico ordine conforme a natura e perciò insindacabile, si è posta come nuovo sovrano assoluto con diritto di vita e di morte sui sudditi.

Leggi tutto >>


Il Nemico
Spesso la realtà supera la fantasia. Immaginate un “Impero” privato che ogni anno ha entrate corrispondenti a 500 miliardi di dollari (superiore alla maggior parte degli stati nazione del pianeta). Le agenzie di rating le danno un voto di solvibilità superiore al Tesoro degli Stati Uniti. Infatti negli ultimi sessanta anni è stata la multinazionale con i più alti profitti e con il massimo valore in Borsa. Soprattutto è una potenza sovrana indipendente,

Leggi tutto >>


Ahriman
La condizione della vita umana sulla terra, così legata alle relazioni di reciprocità o di contrasto, diventa incomprensibile se manca un termine di paragone. Alcuni elementi sono così noti da apparire banali: come definire il giorno senza la notte, la luce senza le tenebre, il bianco senza il nero e così via. Semplice ed elementare, per una mentalità primitiva che ritiene la percezione del mondo materiale l’intera realtà, ma è veramente così?

Leggi tutto >>


Semplice
La parola latina “Simplex” è composta da sem – ‘una volta’ e plectere ‘intrecciare’ con un significato di “intrecciato una sola volta”. Il termine “Sem”  radice indoeuropea dell’unità e dell’identità, attestata anche nelle aree greca (heis ‘uno’ da *sems), germanica, slava, indoiranica. Sem-pre (lat. Semper) definisce la durata in quanto “unica”, senza limiti.

Leggi tutto >>


Critica
Termine derivante dal greco kritiké (tékhne) “(arte) giudicatrice”, dall’aggettivo kritikos e questo dal verbo krino “io giudico”. Una curiosa attività intellettuale con connotazioni giuridiche, ma forse di origine medica: probabilmente il medico doveva identificare il momento critico (krìsìs), momento culminante di una malattia, per indirizzare la prognosi.

Leggi tutto >>


Quantità
La perdita della “misura” è uno dei problemi che sconvolgono la vita degli individui e, a quanto sembra, degli Stati Nazionali contemporanei. Quali siano le cause di questa “acquisita incapacità” non è cosa semplice da definire. Qualcuno può ritenere che la causa sia il fenomeno della globalizzazione che, rompendo i confini tradizionali degli Stati, delle dogane, imponendo la “libera” circolazione delle merci, ha rotto un rapporto, quasi visibile, tra merci e territorio.

Leggi tutto >>


Crescita
La parola latina “crescère” viene dalla radice K(E)RE ‘creare’ poi ‘nutrire’: infatti anche il termine “cereale”, derivante dal nome dalla dea “Cerere”, dovrebbe essere KERE, la stessa di “creare”. Quando sentiamo la parola “crescita” in bocca ad economisti, politici, industriali e giornalisti, con una evidenza drammatica non intendono (e non intendiamo), ne più creatività ne più cereali. Intendono la crescita del PIL (Prodotto Interno Lordo) misura esclusivamente le transazioni commerciali, meglio dire finanziarie,

Leggi tutto >>


Limite

La parola che deriva dal latino (limes – itis) forse da limus ‘obliquo’ cioè “linea di confine naturale”, non ha attendibili corrispondenze precedenti o fuori dall’ambito italico.

Curiosamente i Romani che sembravano non avere limiti alla loro espansione e che crearono un impero tra i più espansi della storia, osservavano con attenzione il limine (limen – inis = soglia, limitare) o il limitare e persino il limbo (limbus ‘lembo’ nel senso di marginale).

Leggi tutto >>


Tribolare

Parola oggi poco usata, in un’epoca edonistica e distratta come quella in cui ci troviamo. La sua origine tardo latina (tribulare) ‘tormentare’ (in senso cristiano) mantenuta intatta per la forte concentrazione mentale che suscita. La parola latina tribulare ‘trebbiare’ deriva da tribulum o tribula, ‘rullo per trebbiare’, termine vicino a tribulus ‘spino’
Lo strumento per schiacciare e tritare il grano, probabilmente è stato l’ispiratore per descrivere il particolare sentimento che i primi cristiani provavano nella ricerca della perfezione.

Leggi tutto >>


Gioia

 
Il termine “gioia” deriva dal francese antico joie, in latino gaudia, quindi gaudio e ancor più GODERE, dal latino gaudere connesso al greco con géthéo, base di partenza indoeuropea GAWEDH. Gli si dava un significato per lo più di sentimento spirituale, d’altra parte la presenza nel termine greco della sillaba: ‘teo’, dio, dovrebbe indirizzarci.

Leggi tutto >>