Fine della natura

Non dobbiamo credere che sia di questi giorni il fenomeno globalizzato della distruzione della natura, quello che stiamo vivendo è l'ultimo atto di un lungo percorso che possiamo far coincidere con la fine del Medioevo.

Leggi tutto >>


Fine dell’arte

La morte dell'arte come problema filosofico, come "Estetica Nichilista", è forse il primo sentore della capacità distruttiva umana che, proprio l'Arte pone per prima in evidenza. L'Arte, già al suo sorgere nella Grecia di Platone portava, in grembo, il suo destino.

Leggi tutto >>


Il metodo scientifico, vanto e risorsa della modernità, luminoso cammino per procedere verso la spiegazione dei fenomeni della natura, rigoroso, senza compromessi, senza tentennamenti illogici o mistici, è giunto anch'esso a termine.

Leggi tutto >>


"Se non vuoi pensare ai tuoi piedi devi portare scarpe comode" (massima Taoista). Questo frammento della saggezza cinese è di estrema attualità,  perché abbiamo eliminato ogni utopia, ogni visione lontana, ogni pensiero che esuli dal puramente materialistico tornaconto e quindi il nostro pensiero è costantemente concentrato sul dolore fisico del corpo ristretto e costretto in un mondo scomodo.

Leggi tutto >>


Tra il XVIII e il XIX secolo l'umanità si convinse che il "progresso" rappresentato principalmente dalla rivoluzione industriale, ma con notevoli conferme nell'ambito della medicina (chirurgica), della politica (rivoluzione francese), nell'agricoltura (J. von Liebig), avrebbe risolto ogni cosa.

Leggi tutto >>