Silvano Parisen . Presidente dell'Associazione La Biolca

Quarant’anni di storia !

Festeggiamo quest’anno quarant’anni dalla fondazione dell’associazione La Biolca: nel lontano 1977 davanti al notaio La Rosa di Padova veniva firmato l’atto costitutivo. Proponenti 7 persone motivate e convinte fra cui il principale animatore era Filippo Zaccaria, che poi avrebbe assunto la carica di Presidente. Ma ripercorriamo un po’ di storia. Era il 1973 e un gruppetto di amici vegetariani, macrobiotici, naturisti, avevano iniziato ad organizzarsi per acquistare in gruppo alimenti integrali, biologici, difficili da reperire nel normale mercato.

A quel tempo non c’era pressochè nulla in Veneto, e in Italia si trovavano quasi solo prodotti di importazione e gli importatori erano tutti in Piemonte.

Dopo i primi acquisti si sparse la voce che a casa di Filippo si potevano trovare questi prodotti e il gruppo di amici cominciò ad ingrossarsi; capitava che qualcuno arrivasse in piena notte  a chiedere un chilo di riso, come chiedesse un farmaco introvabile ad una farmacia di turno.  Ben presto ci fu la necessità di organizzare questo embrione di commercio: qualcuno proponeva di aprire uno spaccio, altri suggerivano di andar a vedere altre organizzazioni sorte nel frattempo in altre città d’Italia. Ci si rese subito conto che il settore non era ancora così sviluppato da poter sostenere un’attività economica redditizia. Molte realtà nascevano ma nel giro di due tre anni fallivano.

Si decise quindi di puntare ad una scelta culturale: solo una cultura in espansione avrebbe determinato una ricaduta nell’organizzazione sociale e quindi anche economica. Si doveva dimostrare che era possibile una nuova cultura sul cibo, sul modo di produrlo e quindi su una diversa attenzione alle terapie: non più viste come intervento tardivo e separato dalla vita normale, ma semmai come prevenzione, in altre parole accentuazione sulla qualità della vita, guardando all’uomo nella sua globalità. Coltivando queste convinzioni il gruppetto andò rinforzandosi e dopo quattro anni fu naturale darsi una forma organizzativa riconosciuta e riconoscibile.

A quarant’anni di distanza possiamo senz’altro affermare che le scelte allora adottate furono quelle giuste e ce lo conferma il grande sviluppo che, anche per merito nostro, ha avuto il settore del biologico.
Per festeggiare questo anniversario stiamo pensando a qualche iniziativa che renderemo nota nei prossimi mesi ma possiamo già anticipare l’inaugurazione a breve del nuovo sito della Biolca.
Per quanto riguarda questa pagina del giornale abbiamo pensato di dare voce ogni mese ai nostri collaboratori più assidui perché esprimano il loro punto di vista su un tema che sarà il filo conduttore di quest’anno. Abbiamo lasciato il 2016 con le copertine illustrate del sistema solare e dei pianeti, accompagnate dalle considerazioni di Mariuccia Rigon.

Vi proponiamo per il 2017 una serie di copertine con delle immagini che possiamo definire “Le meraviglie della Natura”.  In un’epoca in cui la Natura sta subendo l’attacco sconsiderato e suicida dell’uomo, forse la visione di queste meraviglie ci può far riflettere su cosa stiamo perdendo.
Nel momento in cui anche la Chiesa, per tramite Papa Francesco, si schiera apertamente per la difesa dell’ambiente (Enciclica Laudato Si) dall’altra parte lo stato più potente del mondo, per tramite il suo presidente appena eletto, si propone di ritornare allo sfruttamento sconsiderato delle risorse naturali. Lo scontro fra chi vuole salvare l’ambiente e chi vuole distruggerlo si è alzato di livello. Lo scontro fra vita e morte diventa planetario … e noi da che parte stiamo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *