L’Acqua 12

L’Acqua è sensibile (1)

L’acqua come mediatrice fra il Cielo e la Terra. L’acqua come interprete degli archetipi divini e portatrice delle forme.Sono alcuni degli attributi che abbiamo assegnato all’acqua negli articoli precedenti. Ma per svolgere queste sue funzioni l’acqua deve avere una sua natura particolare:

Deve essere disponibile agli influssi cosmici, accoglierli nel suo essere e trasmetterli al mondo del vivente.
Deve accogliere e dare in un continuo flusso di scambi senza porsi mai limite.


In effetti se noi osserviamo il comportamento dell’acqua troviamo conferma a questa sua natura.
Essa si offre ad ogni cosa e non pone mai domande sulla figura che deve assumere quando viene usata da una pianta, da un animale o da un uomo. Li colma tutti con la stessa dedizione. Ovunque “rinuncia” e una volta terminata la sua attività di mediazione si ritira per essere disponibile per nuove creazioni e mediazioni.
Solo un essere puro, può svolgere queste funzioni. Ma l’acqua, per sua natura è pura, ed infatti può detergere, rinfrescare, guarire, rinforzare, vivificare e purificare tutti gli altri esseri.
In questi suoi processi di adattamento l’acqua deve poter modificare se stessa, la propria struttura interna: un’acqua pura e cristallina non può avere la stessa struttura di un’acqua inquinata.
 
La conferma a questa ipotesi ci viene da una serie di esperimenti effettuati sui cristalli d’acqua, condotti in maniera nuova ed originale dal Dr. Masaru Emoto. Nel corso di cinque anni di sperimentazione egli ha raccolto circa diecimila fotografie di cristalli che testimoniano la capacità dell’acqua di adattarsi all’ambiente in cui si  trova. Sono immagini bellissime, piene di fascino e di mistero, che ci fanno intravvedere il mondo nascosto dell’acqua. Dalla loro visitazione si ha l’impressione che l’acqua ha una propria anima che sente gli influssi del mondo circostante e ad essi si adegua, modificando la propria struttura. Tale modificazione può avvenire in funzione del grado di contaminazione con altri elementi ma anche, e questo è davvero sorprendente, con la presenza di fattori più sottili come possono essere gli atteggiamenti dell’uomo nei suoi confronti.
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code