La Terra 29

Conclusioni

Parlando dell’elemento Terra, eravamo partiti dalla particella più piccola, dall’atomo. Quell’atomo che, secondo le teorie evoluzionistiche, si aggrega casualmente e va a formare tutte le varie manifestazioni della materia. Dopo un lungo percorso in cui abbiamo cercato di descrivere alcuni aspetti dell’elemento Terra, ci siamo ritrovati ancora con l’atomo che si libera e si predispone ad altre aggregazioni.

Leggi tutto >>


La Terra 28

Le Forze della Terra

Gli elementi sono quattro, Fuoco, Aria, Acqua, Terra. La loro enunciazione risale ai tempi di Aristotele. Per il grande filosofo greco, gli elementi sono dei luoghi, degli ambiti in cui si possono manifestare determinate forze. In ogni elemento si manifestano due forze che sono fra loro contrapposte e che sono state definite come eteri e forze fisiche.

Leggi tutto >>


La Terra 27

Le Perle

Nella descrizione dei quattro elementi abbiamo considerato la terra come espressione dell’aspetto solido della manifestazione. Tutto ciò che è solido, duro, impenetrabile si può considerare terra. 

Abbiamo visto anche la funzione che questo elemento ha per l’evoluzione dell’uomo. Nel confronto con la materia dura l’uomo ha potuto sviluppare la fantasia, l’intelligenza, la forza di volontà e sopratutto ha potuto prendere coscienza di se stesso in opposizione al mondo.

Leggi tutto >>


La Terra 26

I Cristalli

Oltre alle qualità oggettive che rendono preziosi i cristalli, ci sono anche delle qualità soggettive o dei poteri che sono stati attribuiti ai cristalli nel corso dei secoli.

Nella bellezza rara e profonda di un cristallo, nella sua solidità e purezza, gli uomini hanno proiettato i loro bisogni di trascendenza, sicurezza, affermazione, potenza. E’ compito delle pietre preziose esaudire tutti i desideri che l’uomo vorrebbe che si realizzassero: la salute,

Leggi tutto >>


La Terra 25

I Cristalli

Bellezza, purezza, durezza, rarità sono le qualità principali dei cristalli.

Sono qualità che hanno stimolato l’immaginazione di poeti e scrittori che nelle loro opere hanno fatto largo uso di questi materiali per descrivere le situazioni più varie. La contemplazione e l’ammirazione per le stupende forme cristalline ha prodotto una grandissima varietà di immagini che coinvolgono e comprendono tutti e quattro gli elementi. Il fuoco, l’aria, l’acqua vengono a sognare nella pietra cristallina.

Leggi tutto >>


La Terra 23

I Cristalli

I cristalli dunque si classificano in base alla durezza (scala di Mohs) ma anche in base alla bellezza e alla rarità. Diamante, rubino, zaffiro, smeraldo, hanno tutte e tre queste qualità e quindi sono considerate vere gemme o pietre preziose. Il cristallo di rocca o quarzo ialino, pur essendo ai vertici della scala di Mohs per quanto riguarda la durezza – si trova al settimo posto dopo le quattro gemme su menzionate –

Leggi tutto >>


La Terra 22

I Cristalli

Benvenuto Cellini aveva classificato i cristalli in base ai due parametri della durezza e della bellezza e aveva posto ai vertici di questa classifica il diamante, il rubino, lo zaffiro e lo smeraldo.

Un’altro mineralista, l’austriaco Mohs, propose nel primo ottocento un’altra scala di classificazione basata soltanto sulla durezza. Secondo questa scala, chiamata appunto di Mosh, i vari minerali che compongono i cristalli sono compresi da 1 a 10 e vanno dal più fragile,

Leggi tutto >>


La Terra 21

I Cristalli

I cristalli si definiscono anche pietre preziose o gemme. Ciò che li contraddistingue sono due proprietà oggettive: la durezza e la resistenza chimica. La durezza è una proprietà fondamentale per un cristallo: ne garantisce il mantenimento della forma anche in presenza di urti o abrasioni. La resistenza chimica impedisce al cristallo una lenta dissoluzione a causa degli agenti ambientali. Ambedue le proprietà mantengono inalterato nel tempo il valore del cristallo.

Leggi tutto >>


La Terra 20

I Cristalli

Cristallo deriva dal greco “cryos” che significa ghiaccio. Gli antichi greci trovavano il cristallo nelle più alte vette dell’Olimpo e dell’Epiro e, data la sua perfetta limpidezza, pensavano che fosse ghiaccio, un ghiaccio particolare, così profondamente ghiacciato da non sciogliersi mai. Il cristallo a cui si riferivano i greci era il quarzo, nella sua varietà cristallo di rocca, e così, per autonomasia, tutte le pietre preziose furono chiamate cristalli.

Leggi tutto >>


La Terra 19

I Cristalli

Quando si pensa alla terra, la prima immagine che ci viene alla mente è quella di una materia solida, informe, opaca, incolore. Difficilmente si pensa che terra sono anche i metalli lucenti e colorati di cui abbiamo trattato nei numeri precedenti. Ancor più difficilmente si pensa ad un prodotto della terra così bello e ricercato come il cristallo. Ma anche il cristallo è figlio della terra, di una terra che accoglie nel suo seno la luce,

Leggi tutto >>


La Terra 17

L’Argento

Fra i vari prodotti della terra i metalli rivestono un ruolo particolare …

L’argento. C’è una caratteristica che differenzia l’argento dagli altri metalli, la sua lucentezza. Nessun’altro metallo ha la lucenteza e la capacità di riflettere che ha l’argento. Per questa sua caratteristica esso viene usato per la fabbricazione degli specchi. Basta depositare uno strato finisimo di argento su una lastra di vetro e lo specchio è fatto. La luce che arriva sullo specchio non viene modificata ma viene riflessa inalterata.

Leggi tutto >>


La Terra 16

Il Mercurio

Fra i vari prodotti della terra i metalli rivestono un ruolo particolare …

Nellla serie dei sette metalli principali non poteva mancare il mercurio, anche se, in natura, si trova allo stato liquido e quindi appartiene all’elemento acqua.

Leggi tutto >>


La Terra 14

Il Piombo

Abbiamo parlato nei numeri precedenti del rame e dello stagno e abbiamo visto che una delle caratteristiche che li contraddistingue è il loro rapporto con l’acqua. Mentre il rame ha una certa affinità con l’acqua, lo stagno, invece, la rifiuta. Passando ora al piombo possiamo dire che questo metallo ha un rapporto ancor più negativo dello stagno. I suoi minerali, infatti, non contengono alcuna traccia d’acqua e i suoi sali solubili cristallizzano senza produrre acqua.

Leggi tutto >>


La Terra 13

Lo Stagno

Il suo nome deriva probabilmente dal celtico ystaen, da collegare al greco stenos che significa forza, al tedesco stein e l’inglese stone che significano tutti e due pietra. In latino si trova stammum e stagnum, due sinonimi che servono ad indicare sia lo stagno che la palude, la distesa d’acqua. Già nell’etimologia del nome si possono cogliere due aspetti contrastanti di questo metallo: la durezza,

Leggi tutto >>


La Terra 12

Il Rame

Abbiamo visto come i sette metalli corrispondano ai sette pianeti. Analizziamo ora le caratteristiche principali di ogni metallo, partendo dal rame.

Il suo nome deriva dal latino “cuprum” che a sua volta deriva da Cyprium, Cipro, l’isola da cui i greci traevano il loro rame e che era dedicata a Venere-Afrodite.

Leggi tutto >>


La Terra 10

I Metalli: caratteristiche

Rispetto agli altri materiali terrosi i metalli si manifestano con caratteristiche che rivelano una specie di attività interiore calda: il timbro, la lucentezza e la capacità di conduzione di calore ed elettricità sono prerogative dei metalli. I non metalli, o terre, come le pietre o il cristallo di rocca non hanno questa vitalità. Possono avere una trasparenza cristallina, diventano puri e chiari, come appunto il cristallo di rocca ma non vibrano di vita propria.

Leggi tutto >>


La Terra 09

I metalli e le miniere

I metalli, in genere, non si trovano allo stato puro ma mescolati ai rispettivi minerali e vengono estratti dalle miniere che fanno parte integrante del “corpo” della Terra. 

Secondo alcuni, le miniere, non sono degli agglomerati inerti e statici, ma sono degli organismi che hanno una loro evoluzione, seppur molto lenta, che si può paragonare ad altri organismi viventi con i loro cicli di germinazione, di crescita e di maturazione.

Leggi tutto >>


La Terra 08

La terra come Testimonianza

Per “Terra” si intende tutto ciò che è allo stato solido, quindi la materia dura, in tutte le sue forme, è definita Terra.  La materia dura si oppone all’azione dell’uomo ma, quando l’uomo riesce a modificarla, essa mantiene nel tempo la memoria di quell’azione permettendo così all’uomo di raccontare la sua storia e di tramandarla nei secoli e nei millenni.

Leggi tutto >>


La terra 07

La terra e il lavoro umano

La Terra, come elemento, ha la caratteristica di essere dura e resistente, e questo suo carattere può suscitare un sentimento di ostilità. Nella pratica del lavoro umano questa ostilità si trasforma in creatività e dà modo agli impulsi più profondi della psiche di manifestarsi e di sfogarsi nella manipolazione delle varie materie.

Leggi tutto >>


La Terra 06

La terra e le dinamiche della psiche

La “Terra” ha come primo carattere la resistenza. Il mondo resistente ci spinge fuori dall’essere statico. Di fronte ad un ostacolo materiale, o ci si ferma e si rinuncia, o si mettono in atto tutte le risorse per poterlo superare.

Leggi tutto >>