plutone

L’Uomo, un geroglifico dell’universo

L’astronomia attuale considera il pianeta Plutone un corpo insignificante, così esterno, nel sistema solare, da pensare che non sia neppure un pianeta. È stato scoperto nel 1930, grazie a potenti telescopi, ha un diametro inferiore a quello della Luna, un satellite che si chiama Caronte e impiega 248,5 anni a compiere una rivoluzione attorno al Sole… tuttavia, il suo nome prende origine dal greco Plùton, il ricco, che era il soprannome di Aides il dio degli inferi: ricco perché le viscere della terra nascondono enormi ricchezze.

La leggenda lo descrive come uno dei tre dei che si sono spartiti l’Universo dopo la vittoria sui Titani. Aides che significa invisibile non veniva mai nominato perché si temeva di scatenare la sua ira: si preferiva designarlo con diversi eufemismi, tra cui Plutone. «Con maestà terribile e crudele siede Pluto severo e tristo in fronte, ma non tanto però che non si mostri pur anche in parte simile a’ fratelli…». [Ercole furioso – Seneca]. Gli impulsi del pianeta rappresentano la polarità tra vita e morte ed esprimono la potenza dell’aggressività distruttrice.

L’archetipo del tipo Plutone racchiude in sé la forza di realizzazione al negativo, lostilità nascosta. Corrisponde al soggetto che cerca l’autoaffermazione attraverso una creatività proliferante e malvagia, ma in ultima analisi sterile; è incline alla menzogna, alla mitomania, al narcisismo e mette sempre l’accento sulle deviazioni e aberrazioni sessuali.

I nuovi misteri iniziatici. Così come nell’antichità, le sedi iniziatiche del Bene erano legate ai misteri planetari, oggi esistono le sedi iniziatiche del Male. Secondo l’indagine antroposofica Plutone esprime la forza negativa della vita spirituale, il nucleare o l’etere di vita corrotto: la forza di Asuras, l’energia che produce la materia frantumata e rende l’uomo posseduto dalla morte a causa del pensare meccanicistico (scienza esatta).

L’etere di vita e il corpo fisico dell’uomo. L’etere di vita è l’idea che esprime la vita sulla terra; è una forza modellante percettibile nelle condizioni fisiche che si manifestano grazie all’energia vitale con cui avviene il cambiamento nella forma, ad es. la crescita corporea o il ricambio cellulare. Quando, durante il suo sviluppo, l’uomo attraversa continui cambiamenti di forma, continue trasformazioni e metamorfosi è l’etere di vita che configura l’energia grazie alla quale avvengonoquesti cambiamenti. Questa energia vitale, agendo nell’elemento solido terrestre, si contrappone alla forza di frantumazione creando rapporti, plasmando insieme le singole parti, coordinandole e rendendole attive e vitali. Il corpo fisico dell’uomo, è il corpo più esterno, quello che si manifesta nello spazio, l’unico che noi percepiamo con i sensi: la struttura solida studiata dall’anatomia. Materialmente è legato al regno minerale e viene condiviso dall’essere umano con le piante e gli animali. Viene chiamato anche arto costitutivo inferiore ma non vuol dire che sia meno importante, poiché trascendendo dall’indagine chimico-fisica e dedicandoci alla sua osservazione, anche nel normale stato di coscienza oggettiva, possiamo trovarvi impresse le azioni e le interazioni degli altri corpi. Si compone delle stesse forze e sostanze che formano il mondo minerale e come esso, dopo la morte, soggiace alle stesse leggi; nell’essere vivente, al contrario, è conformato in modo che su esso si realizzano e si individualizzano le forze eteriche.

La vita corrotta – La terza forza del Male. Asuras.

Le forze del Male agiscono attraverso l’anima dell’uomo per dominarne l’Io e per insediarsi al suo posto. Quando l’anima viene controllata dalla vita corrotta, si rivela un quadro di possessione, di dipendenza e di morte della coscienza dell’Io: l’uomo diventa una marionetta guidata da fili invisibili.

La coscienza dell’uomo non è ancora inscritta nel divenire delle cose, è presente solo nell’interiorità di ogni singolo individuo: nelle cose troviamo solo la manifestazione della vita e dell’intelligenza, non l’agire morale. Compete all’uomo far penetrare questa forza tra i fenomeni come una realtà extranaturale.

BUON NATALE e FELICE ANNO NUOVO


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code