sole

L’Uomo, un geroglifico dell’universo

La stella del centro: il  Sole. «Ringrazia, ringrazia il sol delli angeli, c’ha questo sensibil t’ha levato per sua grazia. … Io vidi più fulgor vivi e vincenti far di noi centro e di sé far corona, più dolci in voce che in vista lucenti …» [Dante Alighieri – X canto del Paradiso 52 – 54 e 64 – 66]. Sole, la stella lucente, una gigantesca fornace con un processo energetico inesauribile: l’intelligenza del mondo. 

Nella visione eliocentrica il Sole è considerato il centro tra il mondo sensibile e il mondo sovrasensibile, l’energia che trasforma la Vita universale emanata dal Cosmo e lo incarna nella Materia rendendone possibile l’evoluzione. Rappresenta l’equilibrio vivente in continuo scambio tra espansione e contrazione, è la più alta manifestazione dell’elemento spirituale che si trasmuta nella vita universale e la rende manifesta: il rapporto volitivo e cosciente con la materia.

Il geroglifico del Sole è rappresentato da un cerchio con un centro: sfera e punto, macrocosmo e microcosmo. Il principio universale, la grande energia cosmica, l’Uno che si manifesta attraverso le 12 energie zodiacali nella Terra, il continuo ripetersi dei cicli, le infinite possibilità dell’intelligenza vitale e cosmica. È il cuore dell’Universo, che emana il calore spirituale e naturale, l’anima pulsante che infonde luce e calore. Nell’uomo il Sole stimola tutti i processi di equilibrio e armonia, di vitalità e di salute e l’immagine del suo influsso è visibile nel movimento e nel ritmo del processo cardiaco di diastole (espansione) e sistole (contrazione).

L’archetipo del carattere solare è rappresentato dall’empirismo. Una disposizione dell’anima che accoglie l’esperienza così come si presenta, che non si ferma a pensare o riflettere quanto c’è dietro ai fenomeni della vita, si limita ai valori concreti, anche se agisce per intuizione. È l’uomo nobile e fiero, riservato, distante, che può sembrare altezzoso, talvolta teatrale: «Voglio accogliere nella mia concezione del mondo tutto quello che nel mondo mi viene incontro, mi si mostra, ciò che mi si manifesta esteriormente». [R. Steiner – Il pensiero nell’uomo]. Le disarmonie solari portano disturbi mentali a evoluzioni brusche: follie, deliri, manie e allucinazioni cinestesiche a causa del sovrapporsi della sensibilità interna e delle interpretazioni illusorie della mente.

Il cuore è l’organo centrale del sistema ritmico e dell’intero essere umano così come il Sole è il centro della vita cosmica. Attraverso la sfera solare l’Io accoglie le forze necessarie per comporre e coordinare il sistema ritmico e il cuore nel nostro organismo. Le forze solari tendono all’equilibrio. Noi ci muoviamo alternativamente tra due polarità ed è da tale ritmo che nasce l’armonia e il cuore compensa l’eccesso di vita della diastole con le forze di strutturazione della sistole e viceversa; tra queste due correnti si stabilisce un equilibrio dinamico mai uguale a se stesso, che si modifica progressivamente nel corso della nostra esistenza terrena. Il ritmo diventa così il grande terapeuta: senza ritmo il nostro organismo si ammalerebbe in continuazione. Le forze solari apportano luce, calore e ritmo per equilibrare le polarità delle diverse correnti planetarie. Gli influssi del Soleesercitano una forte influenza sulla vitalità, accelerando gli scambi fisiologici e la rigenerazione organica e cellulare. Il sistema circolatorio del carattere solare è quello maggiormente soggetto alle perturbazioni, insieme all’apparato respiratorio.

Simbolo vegetale. L’olivo. «Esili foglie, magri rami, cavo tronco, distorte barbe, piccol frutto, ecco, e un nume ineffabile risplende nel suo pallore». [Gabriele D’Annunzio]. L’olivo è considerato la pianta dai molti influssi, l’olio dei suoi frutti serve per nutrire, ungere, difendere, scaldare e depurare il corpo e le foglie sono usate con successo come aiuto all’attività cardiaca e alla circolazione.

Simbolo animale. Il corvo nero, iridescente, dal volo potente, la cui voce tocca 54 variazioni e si presta alla profezia apollinea.

Simbolo minerale. La giada e fra i metalli l’oro, calda luce incantata, Sole incarcerato.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code