I piselli - Biolcalenda di marzo 2022

I piselli

L’origine dei piselli pare sia da ricercare in Mesopotamia, nella cosiddetta Mezzaluna fertile. La coltivazione di questo noto legume si è successivamente diffusa in tutto il Mediterraneo: grazie alla testimonianza di autori come il greco Teofrasto e i latini Plinio e Columella, sappiamo che i piselli furono parte integrante dell’alimentazione greca e romana.
Facile da conservare essiccato, il pisello è stato costantemente consumato dall’antichità all’epoca moderna nella dieta delle classi sociali più povere, fino a divenire, cucinato fresco sulla tavola del Re Sole Luigi XIV, una prelibatezza poi apprezzata in tutto il mondo.
I piselli si distinguono dagli altri legumi per la generosa quantità d’acqua e per la quantità di proteine e di glucidi non molto elevata. Rientrano tra gli alimenti ipocalorici (52Kcal/100 g di piselli). In termini di fibre, i piselli ne forniscono una quantità modesta.
I piselli sono una miniera di acido folico, vitamina che è indispensabile sia per il corretto sviluppo del feto, sia per prevenire patologie cardiovascolari.
In questi legumi, anche il contenuto di vitamina C e di Sali minerali (potassio, ferro, magnesio, calcio) è piuttosto abbondante.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.