La Terra 15

Il Ferro

Fra i vari prodotti della terra i metalli rivestono un ruolo particolare …

Dopo il rame, lo stagno, il piombo, ora vediamo il ferro. Ci√≤ che lo distingue dagli altri metalli √® la sua diffusione su tutta la terra, sia come giacimenti, sia come particelle che impregnano il suolo terrestre. Non esiste quasi sorgente, fiume o lago dove non si possano rilevare tracce di ferro. Nella graduatoria di abbondanza degli elementi, il ferro occupa il quarto posto dopo l’ossigeno, il silicio e l’alluminio.

La presenza del ferro nel suolo e nelle rocce si manifesta quasi sempre con il colore che va dal rosso delle arenarie, al grigio delle argille passando per una lunga serie di sfumature cromatiche in funzione della composizione dei suoi minerali.

I giacimenti principali si trovano nelle zone temperate del pianeta in una fascia equidistante dal polo nord all’equatore. La stessa fascia che √® stata la culla delle grandi civilt√†. La civilt√† romana in particolare √® stata quella che pi√Ļ si √® caratterizzata per l’uso di questo metallo, uso che si protrae, fino ai nostri giorni con la civilt√† attuale che si pu√≤ anche definire civilt√† delle macchine.

Tra le civilt√† e i metalli esiste uno stretto legame. Il loro impiego, infatti, richiede un’attivit√† umana che √® diversa a seconda delle caratteristiche del metallo. Nel caso del ferro, la sua estrazione e la sua lavorazione richiedono uno sforzo ben superiore rispetto ad altri metalli che caratterizzarono epoche precedenti. Si pensi al bronzo, usato dai greci, molto pi√Ļ semplice da lavorare. C’√® da chiedersi come mai l’uomo abbia ricercato con tanta passione un metallo cos√¨ impegnativo. La risposta √® nelle caratteristiche del ferro: la sua durezza, la tenacit√† e l’elasticit√†.

Con un attrezzo di ferro l’uomo pu√≤ lavorare la terra e pu√≤ scalfire la roccia in modo molto pi√Ļ efficace, con un’arma di ferro o con una macchina di ferro pu√≤ imporre il suo dominio a chi non le possiede. Attrezzi, armi, macchine diventano cos√¨ strumenti di conquista della terra e di esaltazione della propria volont√† e intraprendenza.

Quando si parla di ferro in realt√† ci si riferisce all’acciaio che √® un miscuglio di ferro e carbonio. In effetti fra i due esiste una grande affinit√†: allo stato fuso il ferro assorbe con facilit√† il carbonio che si scioglie nel ferro come il sale nell’acqua. In una particolare situazione il carbonio viene addirittura trasformato dal ferro. Se nella fusione incandescente si scioglie del carbonio e poi si provoca un raffreddamento repentino, nella massa ferrosa compaiono molti piccolissimi diamanti. Lo scuro carbonio con l’ausilio del ferro si trasforma in una pietra preziosa rara e luminosa.

Anche la materia organica di cui è composto il corpo umano è a base di carbonio.
Anche nel corpo umano il ferro √® diffuso come nel corpo della Terra. Nel sangue in particolare esso partecipa alla formazione dell’emoglobina. Il sangue permea l’organismo umano e ne determina la vitalit√†. E’ come un fuoco che riscalda e mantiene la vita.

Perch√® non pensare che tramite il fuoco dell’entusiasmo e della generosit√† non si possa un giorno trasformare la natura fisica del corpo, il carbonio umano, in qualcosa di luminoso tramite il ferro?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code