L'omeopatia, tra le più conosciute e usate medicine naturali, è una scienza medica che utilizza prodotti di tutti e tre i regni: vegetale, minerale ed animale. Questi, se ingeriti a dosi tossiche, possono provocare uno o più sintomi fino a vere e proprie malattie. Se invece vengono omeopatizzati, cioè diluiti e dinamizzati (agitati), perdono le loro caratteristiche nocive e diventano sostanze medicinali.

Leggi tutto >>


Reumatismi

Il termine reumatismo deriva dal latino reuma e dal greco rheûma e significa "scorrere", "flusso".
Viene usato genericamente per descrivere i dolori mobili che colpiscono l'apparato muscolo scheletrico e articolare. Ci sono reumatismi infiammatori, quali l'artrite reumatoide e il reumatismo articolare acuto, la gotta; forme  infettive derivate da tubercolosi, brucellosi e sifilide; alterazioni degenerative delle articolazioni e dei loro tessuti osseo e cartilagineo, dette artrosi.

Leggi tutto >>


Calcolosi renale

Una maggiore assunzione di calcio diminuisce il rischio di calcolosi renale

Il calcio assunto con la dieta o mediante integratori alimentari non è associato all'aumento del rischio di calcolosi renale. Anzi, potrebbe anche svolgere un ruolo protettivo, soprattutto nelle donne giovani. Inoltre il fitato, un componente delle fibre presenti nei vegetali e nei cereali integrali, potrebbe ridurre lo sviluppo di calcoli renali inibendo la formazione di cristalli di ossalato di calcio. Questi sono i risultati di uno studio pubblicato su Archives of Internal Medicine (2004;164:885-891).

Leggi tutto >>


Tumore alla prostata

ELEVATI LIVELLI DI VITAMINA E NEL SANGUE SONO COLLEGATI ALLA RIDUZIONE DEL RISCHIO DI TUMORE DELLA PROSTATA

Una quantità elevata nel sangue di due importanti costituenti della vitamina E (alfa-tocoferolo e gamma-tocoferolo) sembrano diminuire il rischio di tumore prostatico di circa il 50% ciascuno. Questa notizia è stata pubblicata sulla rivista scientifica Journal of National Cancer Institute (2005;97:396-9).

Leggi tutto >>


Pulsatilla

L'Anemone Pulsatilla o Pulsatilla Pratensis appartiene famiglia delle Ranuncolacee.  Ha dei fiori a campanula che oscillano al vento, da cui deriva il nome: " Pulsa con il vento" (Anemos). Il succo della pianta è corrosivo per cute e mucose. La caratteristica del rimedio omeopatico derivato dalla Pulsatilla, e così chiamato, è la variabilità delle manifestazioni fisiche e psicologiche.

Leggi tutto >>


Tossine

Per tossine intendiamo tutto ciò che è tossico per il nostro corpo, dagli alimenti intolleranti ai farmaci di sintesi, dalle onde elettromagnetiche all'aria inquinata, dai detersivi ai pesticidi, dai coloranti  ai  conservanti. L'accumulo di tossine giornaliero è la causa di tutte le malattie. Gli organi emuntori quali intestino, rene, polmoni, cute realizzano un impegno eccessivo per tentare di depurarci dalle sostanze tossiche.

Leggi tutto >>


Il Dolore

L'organismo funziona in modo autonomo. Quando stiamo bene non percepiamo i movimenti fisici e fisiologici del nostro corpo. Chi di noi si accorge di camminare, muovere le braccia e le mani, di respirare, di digerire, di avere problemi alla minzione, alla defecazione o durante il periodo mestruale,  nei periodi di benessere?

Leggi tutto >>


Oltre a suggerimenti per l’adozione di un stile di vita più corretto, si potrebbe consigliare:

 

  • Fiocchi d’avena: l’avena è un cereale ricco di fibre, energetico e tonificante.
  • Fibre vegetali: utili soprattutto quando la dieta, per motivi diversi, non può contenere una adeguata quantità di fibre.
  • Olio di lino: per proteggere i vasi sanguigni e per ridurre la colesterolemia.
  • Frutta ricca di vitamina C (soprattutto bacche): efficace antiossidante,
Leggi tutto >>


Fibre o statine?

Sulla rivista dei cardiologi statunitensi (American Heart Journal 2005; 150: 94-101) è comparso recentemente uno studio che testimonia ancora una volta l’importanza del consumo dei cereali integrali, dei legumi e di una adeguata quantità di fibre nella dieta.

Leggi tutto >>


Un frequente ricorso alle diete dimagranti può avere effetti negativi a lungo termine sul sistema immunitario. In particolare, può risultare diminuita l’efficienza delle cellule NK (Natural Killer), componenti del sistema immunitario che letteralmente distruggono e si mangiano i batteri patogeni che tentano di penetrare nell’organismo.

Leggi tutto >>


Leucemia nei bambini

Sono stati pubblicati sulla rivista scientifica American Journal of Clinical Nutrition (2004;79:1029-1036) i risultati di una ricerca effettuata su bambini ammalati di leucemia linfoblastica acuta. E’ stato accertato che questi piccoli ammalati non ingeriscono la dose ottimale quotidiana raccomandata di vitamine antiossidanti (vitamina A, C, E). Sapevamo già che questi bambini, per motivi evidenti, sono spesso malnutriti.

Leggi tutto >>


Il diabete di tipo 2 (quello dell’adulto) è una malattia sempre più diffusa e che si manifesta sempre più precocemente. Oggi in Italia il 30% dei ricoveri ospedalieri è causato dal diabete e questa patologia è la prima causa non traumatica di cecità e di amputazioni degli arti inferiori.

È dunque interessante uno studio pubblicato su una rivista scientifica specialistica (Diabetes Care 2005; 28:2458-64) secondo il quale la presenza di antiossidanti nella dieta (e in particolare delle vitamine C ed E,

Leggi tutto >>


Molti si avvicinano alle cure omeopatiche per alleviare le malattie dei loro figli. Si rivolgono all’omeopata dopo aver consultato vari specialisti senza ottenere alcuna guarigione.

Il corpo dei piccoli funziona in modo centrifugo, cioè tende ad espellere le tossine con gli organi emuntori: pelle, intestino, apparati urinario e respiratorio. Sono proprio questi ad ammalarsi per primi. Crosta lattea, mughetto, eczema, orticaria, rinite, sinusite, otite, tonsillite, faringite, bronchite, polmonite, asma, stipsi o diarrea, coliche intestinali,

Leggi tutto >>


Il dolore addominale è uno dei sintomi che le persone accusano con maggior frequenza, specialmente nella zona attorno e sotto l'ombelico. Questa sofferenza è diagnosticata in vari modi: colon irritabile, colite spastica o mucosa, appendicite, diverticolite, rettocolite ulcerosa. All'esame obiettivo avremo un addome teso, contratto per il dolore sia spontaneo sia provocato dalla palpazione. Il paziente accuserà stitichezza o diarrea, continue o alternate, gonfiori intestinali, sensazione di pesantezza postprandiale e potrà soffrire di emorroidi infiammate.

Leggi tutto >>