Honeysuckle

La floriterapia di Bach – Honeysuckle

Il soggetto ha uno scarso interesse per il presente e vive ancorato a un passato che spesso ha idealizzato e che costituisce un blocco nel procedere. Preferisce le sicurezze di allora, piuttosto che vivere il presente che riserva imprevisti e cambiamenti.

Dal pensiero Edward Bach: ¬ęPer quelli che vivono nel ricordo di un passato forse felice o nel ricordo di un amico perduto o di ambizioni non realizzate. Non si aspettano altra felicit√† simile a quella gi√† vissuta¬Ľ.
Il soggetto Honeysuckle ha uno scarso interesse per il presente e vive ancorato ad un passato che spesso ha idealizzato. Preferisce le sicurezze di allora, piuttosto che vivere il presente che riserva imprevisti e cambiamenti. In questo tentativo di controllo, c’√® un irrigidimento che non porta n√© a progresso, n√© ad evoluzione: la persona non cresce e non fa nuove esperienze, rifiutando il flusso della vita. Non riesce ad accettare la perdita delle persone amate, vuole fermare il tempo, √® chiuso, malinconico e infelice, idealizza il fidanzato perduto, lascia la stanza del familiare defunto intatta come se fosse ancora vivo.
La caratteristica di Honeysukle è il blocco nel procedere perché il passato, come un rampino, tiene agganciati a sé.

Botanica e segnatura: √® una pianta legnosa, rampicante, perenne che si arrampica su altre piante con strette spirali spingendosi verso l’alto. Mancando di forza interiore e di una sua identit√†, trae energia legandosi a persone, situazioni, cose, cercando di fermare i mutamenti con conseguente frustrazione.
I fiori sembrano piccole trombe di colore rosso esternamente e bianco crema internamente. Hanno profumo intenso e inebriante. L’impollinazione avviene attraverso le falene attratte dal bianco del fiore che il giorno dopo diventa giallo scuro. I fiori sembrano rampini che si appigliano al passato. Il rosso richiama al risveglio. Il colore cambia dopo l’impollinazione, perch√© il tempo porta cambiamenti. Il profumo stordisce e la notte richiama al tempo del sogno e del distacco dalla realt√†.
Caprifoglio deriva da capra e folium, foglia. Probabilmente perché le capre amano brucare le foglie di questa pianta. Le foglie e i fiori in decotto sono antisettiche e antireumatiche.

Fisiognomica: magro, asciutto, rigido di schiena, la pelle è secca, lo sguardo è spento e malinconico.

Stato d’animo: vive nel rimpianto, nella nostalgia, provando spesso malinconia, amarezza, apatia.

Bambini: sono mammoni, non vogliono abbandonare il latte materno, il ciuccio, il pannolino, l’asilo per andare alle elementari… sono bambini che vogliono restare piccoli.
E’ importante incoraggiarli a superare i cambiamenti con affetto, vicinanza, con un premio per far capire loro che crescere e cambiare significa comunque ricevere amore ma in forme nuove.

Frasi comuni e parole chiave: “Una volta si che….”

Qualit√†’: la qualit√† di Honeysuckle √® la capacit√† di attingere al passato per migliorare il presente.

Riarmonizzazione: spesso ama la storia, gli oggetti antichi, i racconti passati. Apprende dal passato per vivere nel presente e lanciarsi nel futuro. Molla il controllo, è flessibile ai cambiamenti e accetta le nuove esperienze.

Sintomi fisici: anoressia (non vuole crescere, odia le rotondit√†), agonia (incapacit√† di lasciare andare la vita quando √® venuto il momento), non accettazione della menopausa o dell’invecchiamento, lutto, disturbi della memoria, emorroidi, stitichezza, malattie che non si risolvono e periodicamente ritornano.

Medicina cinese: tenere come punto di riferimento il passato, √® una forma di stasi e quindi colpisce l’organo Fegato.
La nostalgia, l’evocazione dei ricordi in modo ossessivo, danneggia soprattutto la Milza. Il disagio si manifesta con disturbi digestivi, legati all’incapacit√† di assimilare le esperienze, depauperamento muscolare poich√© la Milza √® impegnata nei processi mentali. Si possono verificare anche vuoti di memoria e difficolt√† di concentrazione.
La stasi protratta di energia può alterare il metabolismo dei liquidi portando mucosità e flemma e a lungo andare noduli e cisti.
Nelle persone pi√Ļ anziane anche il Polmone pu√≤ venire danneggiato, presentando depositi di muco e flemma. La nostalgia infine affligge il Cuore manifestando sinomi come palpitazioni e sonno agitato.

Cristalloterapia: blenda. Cristallo formato da zinco, elemento che richiama l’innovazione, e zolfo, elemento che porta alla luce ci√≤ che √® nascosto. La pietra pu√≤ essere portata come ciondolo o monile o tenuta tra le mani alla sera per almeno un’ora.

Aromaterapia: cisto olio essenziale. E’ l’olio del nuovo inizio. Equilibrante e stimolante, sostiene in caso di paura, preoccupazione. Porta un messaggio di rinascita, di ripresa e di nuovo inizio. Aiuta a rialzarsi, a ricominciare. E’ un antidoto all’anestetizzazione dei sentimenti, utile per chi ha deciso di non provare pi√Ļ ad amare o di non fidarsi pi√Ļ di nessuno. Infonde il coraggio e il desiderio di ricominciare, di rituffarsi nella vita e di correre ancora dei rischi.

Biolcalenda di giugno 2015


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *