Vegetarianismo 5

LE RAGIONI DELLA SCELTA VEGETARIANA  (quinta parte)
Consumi di carne e consumi di acqua

Tra gli impatti ambientali della dieta a base di carne dobbiamo prendere in considerazione anche gli elevati consumi d’acqua.
Secondo l’Agenzia per la protezione dell’Ambiente (EPA, 1996), negli USA le deiezioni provenienti dagli allevamenti intensivi inquinano l’acqua più di tutte le altre fonti industriali messe insieme, mentre si risparmia più acqua rinunciando a mezzo chilo di manzo di quanta se ne consuma facendo la doccia per un anno (John Robbins, The Food Revolution).

Il Rapporto 2004 del World Watch Institute afferma che, valutando sia l’acqua utilizzata per irrigare le coltivazioni destinate al mangime che quella impiegata per la pulizia delle stalle, si giunge a una stima in base alla quale ad ogni chilo di carne di manzo corrispondono 108 metri cubi d’acqua.
La seguente tabella mostra quanti litri di acqua si consumano per produrre una libbra (453 grammi) di:

 vegetarianismo5

Ciò significa che per produrre un Kg di carne di manzo servono oltre 100.000 litri di acqua (cioè oltre 100 metri cubi). In altre parole la quantità d’acqua mediamente utilizzata per alimentare un bovino in un allevamento è sufficiente a farci galleggiare un sommergibile.
I cambiamenti climatici, la frequente siccità, anche nella pianura padana, impongono di ridurre i consumi d’acqua e consumare meno carne è la via più efficace.

Contributi di Gianni Tamino, biologo ricercatore dell’Università di Padova, al tema della scelta vegetariana


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code