L’American Institute for Cancer Research (Aicr) ha pubblicato nel 1997 uno studio, frutto di anni di indagini, che lancia l’allarme sulle proteine animali quale fonte di incremento dell’azione cancerogena, mentre conferma che i prodotti vegetali ne contrastano l’attività.

Leggi tutto >>


Molti vegetariani si pongono soprattutto l’obiettivo etico di evitare che la nostra vita comporti la morte di altri esseri viventi e senzienti, cioè in grado di soffrire. Le motivazioni etiche e religiose si fondano dunque sui principi della non violenza e della coesistenza pacifica con le altre creature. Il Buddismo, ad esempio, mira ad evitare la sofferenza per tutti gli esseri viventi, compresi gli animali: ne consegue il precetto del vegetarianesimo.

Leggi tutto >>


Nel corso del 2019 i disastri ambientali sono aumentati in ogni parte del mondo: siccità, alluvioni, incendi, tornado, minore produzione agricola e centinaia di milioni di persone che soffrono la fame, mari pieni di plastica, incremento dei rifiuti, polveri sottili, ecc

Leggi tutto >>


2018: Quale bilancio?

Com’è stato il 2018 per la Terra? Se il nostro pianeta potesse risponderci, direbbe che ha la febbre alta e che sta proprio male! Da quando si fanno misurazioni della temperatura, gli ultimi anni sono stati i più caldi per la Terra, e anche quest’anno, sulla base dei primi nove mesi, è tra i primi quattro più caldi a livello mondiale, con 0,77 gradi in più rispetto alla media del secolo scorso, ma il più caldo di sempre in Europa,

Leggi tutto >>


È tempo di bilanci

Alla fine dell’anno è tempo di bilanci, ma anziché fare un bilancio economico delle entrate e delle uscite, vorrei fare il bilancio dell’efficacia delle spese sostenute, a livello pubblico, per la prevenzione ambientale e sanitaria.

I bilanci dello Stato o delle Regioni ci dicono ben poco da questo punto di vista, perciò dobbiamo ragionare in modo diverso. Osserviamo allora i danni economici e sociali dell’inquinamento ambientale e verifichiamo quanto si spende per prevenirli.

Leggi tutto >>


Il termine biodiversità, o diversità biologica, indica l’insieme di tutte le forme viventi ed include le loro variazioni a tutti i livelli, dai geni agli ecosistemi, passando per gli individui, le popolazioni, le specie e le comunità.
In pratica, ogni individuo è diverso da ogni altro e una popolazione di una stessa specie risulta costituita da individui tutti diversi, ciascuno dei quali avrà maggiore o minore probabilità di sopravvivere ed avere figli in base alla capacità di adattarsi all’ambiente.

Leggi tutto >>


LE RAGIONI DELLA SCELTA VEGETARIANA  (prima parte)

In Italia, a seconda delle diverse indagini demoscopiche, i vegetariani (che non mangiano prodotti che abbiano richiesto la morte di animali) erano 1,5 milioni nel 2000 e sono diventati tra i 3 e i 6 milioni dal 2005 ad oggi. Probabilmente 3 milioni seguono la dieta in maniera rigorosa e altri 3 tentano di farlo, mentre 600 mila sono i vegani, cioè coloro che non mangiano alcun prodotto di origine animale (non solo carne e pesce,

Leggi tutto >>


LE RAGIONI DELLA SCELTA VEGETARIANA  (seconda parte)
La sofferenza animale

Come ho già detto nell’introduzione a questa rubrica (nel numero scorso di Biolcalenda), molti vegetariani si pongono soprattutto l’obiettivo etico di evitare che la nostra vita comporti la morte di altri esseri viventi e senzienti, cioè in grado di soffrire. Le motivazioni etiche e religiose si fondano dunque sui principi della non violenza e della coesistenza pacifica con le altre creature.

Leggi tutto >>


LE RAGIONI DELLA SCELTA VEGETARIANA  (terza parte)
Consumo di carne e fame nel mondo

Per capire come mai manca cibo a una parte dell’umanità è necessario proprio considerare cosa comporta la diffusione di una dieta ricca di carne e di prodotti animali in genere. A parità di territorio utilizzato, le rese produttive dei legumi e dei cereali sono nettamente maggiori di quelle del bestiame. Quindi la produzione di cibo ottenuta con i vegetali è decisamente maggiore di quella che deriva dall’allevamento di animali.

Leggi tutto >>


LE RAGIONI DELLA SCELTA VEGETARIANA  (quarta parte)
Consumi di carne e cambiamenti climatici

Oltre alle ragioni etiche (sofferenze degli animali negli allevamenti e nei macelli, ma anche la sofferenza degli umani che non hanno cibo a sufficienza), vi sono altre ragioni per essere o diventare vegetariani.
Una ragione importante è quella ambientale: nel corso dell’ultimo secolo sono stati distrutti miliardi di metri quadrati di foreste (tra cui quella amazzonica) per fare posto a pascoli,

Leggi tutto >>