Nell’aria

Disperditi poesia
in quest’aria di marzo,
dipingiti della trasparenza
di questo cielo,
inebriati del giallo
delle mimose in fiore,
profumati di attesa,
nella freschezza di queste
prime ore …
Nasconditi negli angoli inaspettati
di questa cittĂ ,
dove un raggio di sole
illumina l’edera che sale
alla stanza di un’anima segreta,
di un segreto giardino;
raccogli le chiacchiere del primo
mattino, lo scalpitio delle biciclette,
la fragranza del pane appena sfornato,
scivola per le strade, nelle piazze,
ed entra nel cuore di chi ti sta aspettando,
di chi ancora non ha visto
la sua prima rondine
E sali
fino a raggiungere gli occhi
Fa che si alzino
Lentamente
a scoprire
nuovamente
il Cielo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *