Perdere

Dal latino “perdere” composto di “per” nel senso di”al di là” e “dare” (che da per acquisito il senso peggiorativo di dare invano). Tra i composti e derivati: disperdere, perdita, perdizione. Per avvicinarsi al significato di “perdita” dal latino “perditus” in senso figurato sconfitta; morte; diminuzione, esaurimento.

Leggi tutto >>


 
Oggi la morte viene cancellata e scompare, è oggetto di vergogna e diventa un tabù, prendendo il posto del sesso (!) come principale divieto. Cancellata perfino nei riti dell’elaborazione del lutto e il lutto protratto diventa di pertinenza dello psicologo o dello psichiatra. Una volta la morte era quasi sempre annunciata, oggi il malato troppo spesso viene privato del diritto di conoscere la propria morte e di prepararla.
 

Leggi tutto >>