Vivisezione: â€śO la cavia o la vita?” Sarebbe meglio dire o cattiva scienza o Scienza

Recentemente sul n°21 di PANORAMA, del 16 maggio 2012, è stato pubblicato un articolo che tratta il tema della vivisezione dal titolo “O la cavia o la vita”. Mi permetto di fare alcune considerazioni che seppure non esaustive, possono, in qualche maniera indurre, perlomeno delle perplessità.

Leggi tutto >>


 
Oggi la morte viene cancellata e scompare, è oggetto di vergogna e diventa un tabù, prendendo il posto del sesso (!) come principale divieto. Cancellata perfino nei riti dell’elaborazione del lutto e il lutto protratto diventa di pertinenza dello psicologo o dello psichiatra. Una volta la morte era quasi sempre annunciata, oggi il malato troppo spesso viene privato del diritto di conoscere la propria morte e di prepararla.
 

Leggi tutto >>