I disordini dell’umore

Il 60% dei pazienti che fanno uso per lungo tempo (anni) di corticosteroidi presentano un disturbo dell'umore.

Uno studio (pubblicato sulla rivista Annals of Allergy Asthma Immunology 2004;92:500-505) conferma che l'uso del cortisone influenza anche lo stato emotivo. Conoscevamo già i cambiamenti d'umore provocati dall'uso a breve termine del cortisone. Ora sappiamo che l'uso cronico dei corticosteroidi, come si può verificare nel trattamento dell'asma, dell'artrite reumatoide e di molte patologie autoimmunitarie, può provocare sintomi depressivi e disturbi psichiatrici.

Tutti i farmaci agiscono anche sullo stato emotivo

Arrivano, di tanto in tanto, anche le conferme "scientifiche". Ma che qualsiasi sostanza introdotta nel corpo umano (sotto forma di farmaco, ma anche di alimento o di inquinante chimico) determini non solo conseguenze sul corpo, ma anche sulla mente e sulla sfera emotiva è una certezza che l'omeopatia possiede da almeno 200 anni. Tener presente questo fatto è importante per comprendere meglio alcuni inquietanti fenomeni. Come, ad esempio, l'aumento dei suicidi nei bambini (nei bambini!) trattati con farmaci per la cosiddetta sindrome da iperattività.
Oppure perché ben 223 farmaci presenti del Repertorio Farmaceutico riportino l'insorgenza di ansia tra gli effetti collaterali provocati dalla loro assunzione. È interessante notare come tra questi farmaci ci siano antibiotici, antiasmatici, antidepressivi, antiacidi e perfino… ansiolitici. Non voglio demonizzare i farmaci: in molti casi non sono facilmente sostituibili per salvare la vita oppure per garantirne una qualità accettabile. Tuttavia è innegabile che troppo spesso (per non dire quasi sempre) i farmaci di sintesi vengono utilizzati al posto dell'omeopatia, della fitoterapia, dell'agopuntura (tecniche praticamente senza effetti collaterali) oppure di quella correzione dello stile di vita che è pur sempre necessaria per prevenire la malattia o per accompagnare verso la guarigione.

Cosa proporre in caso di infiammazioni croniche

I cortisonici vengono prescritti nelle malattie caratterizzate da infiammazioni croniche. In queste condizioni (allergie, patologie autoimmunitarie, artrite reumatoide, ecc.) possiamo aiutare con alcuni consigli:

  • ALOE: disintossica l'organismo e apporta sostanze protettrici
  • VITAMINA C NATURALE (acerola, rosa canina, ecc.): neutralizza i radicali liberi che mantengono l'infiammazione
  • OLIO DI LINO: gli acidi grassi omega-3 riducono tutti i processi infiammatori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *