Della Morte

Entrate, amici miei, accomodatevi
siate i benvenuti
mi date molta gioia.
Lo so, siete entrati per la finestra della
mia cella
mentre dormivo.
Non avete rovesciato la brocca
né la scatola rossa delle medicine.
I visi nella luce delle stelle
state mano in mano al mio capezzale.

Com.è strano,
vi credevo morti
e siccome non credo né in Dio, né all'aldilà
mi rammaricavo di non aver potuto
offrirvi ancora un pizzico di tabacco
….
Mascin è strano
Non ero morto, fratello,
….
Yakup… non eri morto anche tu?…
E tu Genil, lo scrittore?…

Vi credevo morti, amici miei
state al mio capezzale, la mano in mano
sedetevi, amici miei, accomodatevi.
Benvenuti, mi date molta gioia.
…..

Yakup mi piace quando ridi
non ti ho mai visto ridere così
quando eri vivo…
ma lasciatemi finire
la morte è giusta, dice un poeta persiano

Lascia quella bottiglia,Ahmed Genil,
non t.arrabbiare, so quel che vuoi dire
affinché la morte sia giusta
bisogna che la vita sia giusta.

Il poeta persiano…
Amici miei, perché mi lasciate solo?
Dove andate?

Nazim Hikmet


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *