Vedere oltre

Vedere oltre 

l’occhio della mente, 
planare 
nell’alba appena nata, 
come un bambino 
sillabare le prime luci 
e uscire dalla notte 
per un sogno nuovo.
 
Vedere oltre 
l’occhio della mente 
oltre l’attesa 
fermi alla stazione 
di parole vuote, 
come mani 
che parlano voltandosi 
se qualche nuovo amore 
tocca ancora il cuore
 
Vedere oltre 
l’occhio della mente 
e paesi nuovi 
appaiono dalla collina 
sfocando il fiore
in primo piano,
 
mentre dall’ombra esce 
un nuovo sole

Leggi tutto >>


Le rapide delle bianche rocce

Limpide e non profonde
sono le rapide del torrente;
le verdi canne
quasi le puoi toccare.
Quelli delle capanne
ed est ed ovest dell’acqua,
lavano la seta
sotto il chiaro di luna.

In punta di piedi sugli scogli
torno vicino all’acqua;
al moto delle onde
un sentimento provo sconfinato.
Quando il sole tramonta,
sul fiume sosta il freddo,
e le vaganti nuvole
impallidiscono evanescenti

Leggi tutto >>


Vorrei fermare il tempo

Vorrei fermare il tempo
fra bianchi cristalli di ghiaccio
e cime innevate,
ascoltare
il respiro del vento
che avvolge le rocce
e raccogliere
i mille colori del sole
nel muschio
dei prati …
vorrei fermare lo sguardo
il sorriso
e il colore dell’estate,
e posare le labbra assetate
fra limpide acque
che scorrono
a valle …

Mosè

Leggi tutto >>


Non maledire…

Non maledire questo nostro tempo
non invidiare chi nascerĂ  domani
chi potrĂ  vivere in un mondo felice
senza sporcarsi l’anima e le mani

Noi siam vissuti come abbiam potuto
negli anni oscuri, senza libertĂ 
siam passati tra le forche e i cannoni
chiudendo il cuore e gli occhi alla pietĂ .

Ma  anche  dopo  il  più  freddo  degli inverni
ritorna sempre la dolce primavera
la nuova vita che comincia stamattina
in queste mani sporche ha una bandiera.

Leggi tutto >>


La sorgente

Gelida, cristallina
dalla rupe zampilla
l’onda; giù per la china
fugge guizzando, brilla
del sole al lume, e franta
ride fra i sassi, in mezzo all’erba e canta
Io son la dolce e pura
acqua che vien dal cielo,
onda che in nube e gelo,
si muta e trasfigura;
la lucida e gioconda
acqua son io che terge e che feconda.Venite a quest’aprica
piaggia quanti voi siete
cui vince la fatica,

Leggi tutto >>


Canzone

(…)
Io chiedo come può un uomo
Uccidere un suo fratello
Eppure siamo a milioni
In polvere qui nel vento.
E ancora tuona il cannone,
Ancora non è contenta
Di sangue la belva umana
E ancora ci porta il vento.
Io chiedo quando sarĂ 
Che l’uomo potrà imparare
A vivere senza ammazzare
E il vento si poserĂ .

Leggi tutto >>


Della Morte

Entrate, amici miei, accomodatevi
siate i benvenuti
mi date molta gioia.
Lo so, siete entrati per la finestra della
mia cella
mentre dormivo.
Non avete rovesciato la brocca
né la scatola rossa delle medicine.
I visi nella luce delle stelle
state mano in mano al mio capezzale.

Com.è strano,
vi credevo morti
e siccome non credo né in Dio, né all'aldilà
mi rammaricavo di non aver potuto
offrirvi ancora un pizzico di tabacco
….

Leggi tutto >>


I Giusti – Los Justos

Un uomo che coltiva il suo giardino, come voleva Voltaire.
Chi è contento che sulla terra esista la musica. Chi scopre con piacere una etimologia.
Due impiegati che in un caffè del Sur giocano in silenzio agli scacchi.
Il ceramista che premedita un colore e una forma.
Il tipografo che compone bene questa pagina che forse non gli piace. Una donna e un uomo che leggono le terzine finali di un certo canto.

Leggi tutto >>


Innaffiare il giardino

Oh, bello innaffiare il giardino, per far coraggio al verde!
Dar acqua agli alberi assetati! Dar piĂą che basti
e non dimenticare i cespugli delle siepi, perfino
quelli che non dan frutto, quelli esausti
e avari. E non perdermi di vista,
in mezzo ai fiori, le male erbe, che hanno
sete anche loro. Non bagnare solo
il prato fresco o solo quello ardio:
anche la terra nuda tu rinfrescala

B.

Leggi tutto >>


Voi dite spesso: – Vorrei dare, ma ai meritevoli soltanto. –
Le piante del vostro frutteto non dicono così, né le greggi del vostro pascolo.
Esse  danno  per  vivere, poiché  tenere  è perire.
Certamente colui che è degno di ricevere  i  giorni  e  le  notti, è  degno  di  ricevere ogni altra cosa da voi.
E colui che è degno di bere dall’oceano della vita, merita di riempirsi la coppa nel vostro piccolo ruscello.

Leggi tutto >>


Per un piccolo bimbo

Dal capo ai piedi attraverso cuore e mano sono figlio di Dio,
nel Sole e nella Luna, nelle stelle e nelle pietre sento la forza di Dio,
nel padre e nella madre, nelle persone amate
vive per me la volontà di Dio. Così anch’io,
quale figlio di Dio, attraverso la forza di Dio, secondo la volontà di Dio voglio vivere e parlare
e fare quel che devo fedele a Dio.

Leggi tutto >>


Imagine

Immagina che non ci sia paradiso, è facile se provi
Niente inferno, sotto di noi, sopra solo cielo
Immagina che tutta la gente viva alla giornata
Immagina che non ci siano nazioni, non è difficile
Niente da uccidere o per cui morire, e niente religioni
Immagina che tutta la gente viva la vita in pace.

Immagina che non ci sia proprietà privata, chissà se ci riesci
niente  egoismo  e  fame,

Leggi tutto >>