Vedere oltre

Vedere oltre 

l’occhio della mente, 
planare 
nell’alba appena nata, 
come un bambino 
sillabare le prime luci 
e uscire dalla notte 
per un sogno nuovo.
 
Vedere oltre 
l’occhio della mente 
oltre l’attesa 
fermi alla stazione 
di parole vuote, 
come mani 
che parlano voltandosi 
se qualche nuovo amore 
tocca ancora il cuore
 
Vedere oltre 
l’occhio della mente 
e paesi nuovi 
appaiono dalla collina 
sfocando il fiore
in primo piano,
 
mentre dall’ombra esce 
un nuovo sole

Leggi tutto >>


Padroni della guerra

Venite, padroni della guerra, voi che costruite i cannoni
voi che costruite gli aerei di morte, e tutte le bombe
voi che vi nascondete dietro i muri e alle scrivanie
voglio solo che sappiate che posso vedere attraverso
le vostre maschere

voi non avete mai fatto nulla se non costruire per distruggere
voi giocate con il mio mondo come se fosse un vostro giocattolo
mi mettete un fucile in mano e vi nascondete ai miei occhi
e vi voltate e correte lontano
quando volano le veloci pallottole

come Giuda un tempo voi mentite e ingannate
una guerra mondiale può essere vinta,

Leggi tutto >>


Le rapide delle bianche rocce

Limpide e non profonde
sono le rapide del torrente;
le verdi canne
quasi le puoi toccare.
Quelli delle capanne
ed est ed ovest dell’acqua,
lavano la seta
sotto il chiaro di luna.

In punta di piedi sugli scogli
torno vicino all’acqua;
al moto delle onde
un sentimento provo sconfinato.
Quando il sole tramonta,
sul fiume sosta il freddo,
e le vaganti nuvole
impallidiscono evanescenti

Leggi tutto >>


Il mercante di pillole

“Era un mercante di pillole che
calmavano la sete. Se ne inghiottiva
una alla settimana e non si sentiva
più il bisogno di bere.

РPerch̩ vendi questa roba?
Disse il piccolo principe.

– E’ una grossa economia di tempo,
– disse il mercante – Gli esperti hanno
fatto dei calcoli. Si risparmiano
53 minuti a settimana.

– E cosa se ne fa di questi 53 minuti?

Leggi tutto >>


Vorrei fermare il tempo

Vorrei fermare il tempo
fra bianchi cristalli di ghiaccio
e cime innevate,
ascoltare
il respiro del vento
che avvolge le rocce
e raccogliere
i mille colori del sole
nel muschio
dei prati …
vorrei fermare lo sguardo
il sorriso
e il colore dell’estate,
e posare le labbra assetate
fra limpide acque
che scorrono
a valle …

Mosè

Leggi tutto >>


Della Morte

Entrate, amici miei, accomodatevi
siate i benvenuti
mi date molta gioia.
Lo so, siete entrati per la finestra della
mia cella
mentre dormivo.
Non avete rovesciato la brocca
né la scatola rossa delle medicine.
I visi nella luce delle stelle
state mano in mano al mio capezzale.

Com.è strano,
vi credevo morti
e siccome non credo né in Dio, né all'aldilà
mi rammaricavo di non aver potuto
offrirvi ancora un pizzico di tabacco
….

Leggi tutto >>


I Giusti – Los Justos

Un uomo che coltiva il suo giardino, come voleva Voltaire.
Chi è contento che sulla terra esista la musica. Chi scopre con piacere una etimologia.
Due impiegati che in un caffè del Sur giocano in silenzio agli scacchi.
Il ceramista che premedita un colore e una forma.
Il tipografo che compone bene questa pagina che forse non gli piace. Una donna e un uomo che leggono le terzine finali di un certo canto.

Leggi tutto >>


Voi dite spesso: – Vorrei dare, ma ai meritevoli soltanto. –
Le piante del vostro frutteto non dicono così, né le greggi del vostro pascolo.
Esse  danno  per  vivere, poiché  tenere  è perire.
Certamente colui che è degno di ricevere  i  giorni  e  le  notti, è  degno  di  ricevere ogni altra cosa da voi.
E colui che è degno di bere dall’oceano della vita, merita di riempirsi la coppa nel vostro piccolo ruscello.

Leggi tutto >>


Platone, ossia perchè

Per motivi non chiari,
in circostanze ignote
l’Essere Ideale smise di bastarsi.

Dopotutto poteva durare e durare all’infinito,
sgrossato dall’oscurità, forgiato dalla chiarezza,
nei suoi giardini di sogno sopra il mondo.

Perché, diamine, si mise a cercare impressioni
in cattiva compagnia della materia?

Che se ne fa di imitatori
mal riusciti, sfortunati,
senza prospettive per l’eternità?

Una saggezza zoppa
con una spina conficcata nel tallone?

Leggi tutto >>


Preghiera

Signore, donami
una buona digestione
e anche qualcosa da digerire.
Donami la  salute del corpo
e il buon umore necessario per mantenerla

Donami, Signore, un’anima semplice
che sappia far tesoro
di tutto ciò che è buono
e non si spaventi alla vista del male
ma piuttosto trovi sempre il modo
di rimettere le cose a posto.

Donami un’anima che non conosca la noia
i brontolamenti,

Leggi tutto >>


La nonviolenza: mi sembra una nozione stupenda. Essa è estremamente aristocratica (Gandhi, Russel …, Dostojevski …): d’origine preevangelica (orientale), come gran parte delle nozioni evangeliche, si è cristianizzata sopratutto col romanticismo nell’Ottocento, e ora si è scristianizzata, facendosi fieramente laica. Ma, si è visto nelle “Marce della Pace” di questa estate, tale sua fondamentale aristocraticità è facilmente accepibile dalle masse coscienti: non c’è contraddizione tra la sua elezione e la sua popolarità. Per questo, quelle “Marce della Pace”

Leggi tutto >>


Valore di un sorriso

Un sorriso non costa nulla e rende molto.
Arricchisce chi lo riceve,
senza impoverire chi lo dona.
Non dura che un istante,
ma il ricordo è talora perenne.

Nessuno è così ricco da poterne fare a meno
Nessuno così povero da non poterlo dare
Crea felicità in casa; negli affari è sostegno
Dell'amicizia sensibile segno.

Un sorriso da riposo alla stanchezza.
Allo scoraggiamento rinnova il coraggio.

Leggi tutto >>


Luce

Più che luce
ora è il canto
che di essa mi rimane:
alba lieve quando s’apre
la città dei senza sogno
od il breve mezzogiorno liberato dall’incanto
(più nessuno ormai conosce
quanta luce nelle mani
che s’intrecciano per strada).
Ora è l’ombra che spaventa
quando a leggere la riga
perso come in mezzo al mare
sembra il mondo diventare –
Fino a quando -quasi incanto-
l’esercizio di fissare
nuove cose mi fa fare:
scorgo nuvole di sole,

Leggi tutto >>


Solo per donne fenomenali

Tieni sempre presente che la pelle fa le rughe, i capelli diventano bianchi, i giorni si trasformano in anni…
Però ciò che è importante non cambia; la tua forza e la tua convinzione non hanno età.
Il tuo spirito è la colla di qualsiasi tela di ragno.
Dietro ogni linea di arrivo c'è una linea di partenza.
Dietro ogni successo c'è un'altra delusione.
Fino a quando sei viva,

Leggi tutto >>