La Terra 18

L’Oro

Fra i vari prodotti della terra i metalli rivestono un ruolo particolare … 

Fra tutti i metalli l’oro ha “un ruolo particolare”.
L’oro è il più nobile dei metalli: esso, infatti, non si confonde con gli altri materiali della terra, ma resta sempre sè stesso. I metalli in genere si estraggono dai rispettivi minerali, l’oro, invece, esiste in natura solo allo stato nativo.

I metali non nobili sono soggetti all’azione degli agenti esterni, ossidazione, degradazione, calcificazione che tendono a neutralizzare le caratteristiche dello stato metallico, quali la lucentezza, la resistenza, la malleabilità, la coesione. L’oro non risente di queste azioni e mantiene inalterate le sue caratteristiche nel tempo. La sua coesione è talmente alta che si può ridurre in lamine talmente sottili da essere trasparenti. In queste condizioni esso lascia trasparire una luce verde bluastra e per questo motivo veniva usato nella colorazione dei vetri delle cattedrali.. Da un solo grammo d’oro si possono tirare lamine di meno di un decimillesimo di millimetro di spessore, fili di due chilometri di lunghezza.

L’oro, è sempre stato il metallo per eccellenza, ricercato e apprezzato dagli uomini di tutti i tempi. Gli antichi lo usavano quasi esclusivamente al servizio della cultura e della religione. Il re sacerdote lo amministrava per le funzioni del culto in favore della divinità solare. Gli artisti lo usavano per la creazioni di opere d’arte e gioielli. La sua funzione era di rallegrare la vita con la sua lucentezza e la sua bellezza. Al giorno d’oggi è diventato uno strumento di potere: viene estratto dal sottosuolo per poi ritornare nel sottosuolo, rinchiuso, sotto forma di lingotti, nei sotterranei di una fortezza nordamericana. Al posto di fini oggetti di culto e di arte, sbarre nude e tutte uguali che portano il peso degli ingranaggi di un ordine economico meccanico che aspira al dominio del mondo.

Benchè raro e prezioso, l’oro è diffusissimo in tutto il mondo. Non c’è zona della Terra, zona climatica in cui non si siano trovati significativi giacimenti d’oro. Ma oltre ai giacimenti esso è presente nella crosta terrestre nella più sottile dispersione, nella proporzione di un milligrammo per tonnellata. Naturalmente solo una piccola parte di questa quantità d’oro è accessibile all’uomo. La maggior parte serve a “omeopatizzare” la Terra. Soltanto in pochi luoghi l’oro giunge alla concentrazione materiale di un giacimento valido per l’estrazione.

Uno di questi luoghi è il continente africano. Anzi l’Africa è in testa alla produzione mondiale con il 62% dell’oro estratto. Ma l’Africa è anche il paese del Sole, il paese più caldo che si trova sulla Terra. E se consideriamo la Terra come un organismo vivente, possiamo anche dire che l’Africa rappresenta l’organo più caldo, l’organo centrale di questo organismo, cioè il cuore della Terra. L’Africa è anche il paese dove vivono i leoni e il leone, nella simbologia zodiacale, corrisponde al cuore. Ora, in tutti gli organismi viventi, il cuore rappresenta il centro vitale, il luogo da cui irraggiano calore e vitalità. Nel cosmo questa funzione viene svolta dal Sole, vero cuore del sistema planetario.

Ma il Sole è il pianeta dell’oro. Come la Luna era il pianeta dell’argento così il Sole è il pianeta dell’oro. Come il Sole è il re del sistema solare, così l’oro è il re dei metalli.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code