Azuki

Piccolo, buono e sano: queste sono le caratteristiche principali del fagiolo azuky.
In giapponese significa “Piccolo Fagiolo”, mentre il nome scientifico è Vigna angularis. La sua sua pianta appartiene alla famiglia delle Fabacee; è diffusa principalmente nelle zone dell’Asia Orientale ed è da sempre alimento principale dei popoli cinesi, giapponesi e anche delle regioni himalaiane.

Leggi tutto >>


Ingredienti: 200 g di azuki rossi – 150 g di cavolo cappuccio – 2 carote – 200 g – di patate – 1 finocchio – 10 g di zenzero fresco – 1 scalogno – 1 c di coriandolo – 1 c di curcuma – 6 g di sale grosso – 2 C di olio – 2 cm di alga kombu – 1,5 L di acqua.

Preparazione: mettere in ammollo 8-12 ore prima gli azuki,

Leggi tutto >>


Ingredienti: 500 g di bieta costa – 300 ml di bevanda di soia – 2 C di farina tipo 1 – 2 C di olio – sale – curcuma.

Preparazione: pulire, lavare e cuocere in acqua salata la bieta costa. Scolare e mettere ad asciugare su un canovaccio la bieta, disporla in un unico strato in una teglia da forno, coprirla con la besciamella, versare un filo di olio e un pizzico di gomasio.

Leggi tutto >>


Dolce albero

Ingredienti: 4 uova – 60 g di zucchero – 40 g di olio di girasole – 50 ml di bevanda di riso – 60 g di farina tipo 0 – 2 c di lievito.

Preparazione: dividere i rossi dagli albumi. Montare gli albumi con 40 grammi di zucchero, unirli ai tuorli precedentemente sbattuti con 20 grammi di zucchero, poi aggiungere l’olio, la bevanda di riso, la farina, il lievito, mescolare bene e versarlo nello stampo a forma di albero unto con olio e passato con farina.

Leggi tutto >>


Ingredienti: 200 g di azuki – 180 g di tofu – 5 foglie di salvia – ½ cipolla – sale – pane grattugiato – una foglia di alloro – 2 cm di alga kombu.

Preparazione: mettere in ammollo per 8-12 ore gli azuki. Dopo questo tempo cuocere con un pezzetto di alga e una foglia di alloro per 45 minuti. Una volta cotti e intiepiditi mettere nel frullatore con la cipolla,

Leggi tutto >>


Agretto

La salsola soda (detta anche riscolo, barba di frate, barba del Negus o agretto) è una pianta appartenente alla famiglia Chenopodiaceae (assegnata alle Amaranthaceae dalla classificazione APG). È una specie di piccole dimensioni, annuale, e possiede foglie e fusto succulenti.

Leggi tutto >>


Ingredienti: 220 g di farina semi integrale – 300 g di barba di frate – 2 cipolle rosse tipo tropea – sale – olio – 30 g di olio di girasole.

Preparazione: impastate la farina con poco sale, 30 g di olio di girasole e circa 60 ml di acqua, formate una palla, oliatela in superficie e avvolgetela in una pellicola, poi fatela riposare per 30 minuti. Affettate le cipolle e rosolatele in padella con un cucchiaio di olio e un pizzico di sale per 10 minuti.

Leggi tutto >>


Ingredienti: due bicchieri di quinoa – 300 g di barba di frate – una cipolla bianca – olio – sale – curry – 4 bicchieri di brodo – 4 stampini.

Preparazione: lavate sotto acqua corrente la quinoa poi metterla a cuocere con il brodo freddo, al momento dell’ebollizione salate e abbassate la fiamma, lasciate cuocere per 20 minuti, spegnete e lasciate assorbire eventuale liquido. Nel frattempo mondate la barba di frate e insaporitela per qualche minuto aggiungendola alla cipolla precedentemente tritata e rosolata con un cucchiaio di olio in un tegame.

Leggi tutto >>


Ingredienti: 200 g di farina – 80 g di zucchero – 30 g di burro – 2 uova – 1 cucchiaino di lievito 100 g di marmellata – sale.

Preparazione: sbattete assieme lo zucchero, un uovo, un tuorlo e un pizzico di sale. Aggiungete la farina, il burro ammorbidito ed il lievito. Amalgamate gli ingredienti fino ad ottenere un impasto da tirare con il mattarello. Formate una sfoglia di circa mezzo centimetro e ricavatene dei dischetti di sei centimetri di diametro e nella metĂ  fare un buco di due cm.

Leggi tutto >>


Ingredienti: 300 g di asparagi bianchi – 300 g di fagiolini verdi – 2 carote – 1 spicchio di aglio – una fetta di pane integrale – 1 c di timo – olio – sale – tre C di passata di pomodoro.

Preparazione: spuntate i fagiolini, divideteli in pezzetti di 3 cm e cuoceteli al vapore per 5 minuti in modo da tenerli croccanti, scolateli e teneteli da parte. Mondate gli asparagi e tagliate la parte verso la punta in due/tre pezzetti di 3 cm della stessa misura dei fagiolini.

Leggi tutto >>


Carciofo

Originario del Medioriente, il carciofo ha costituito fin dall’antichità un prodotto importante per i fitoterapisti Egizi e Greci, ma pare che altrettanto antico sia il suo uso in cucina. Già nel IV secolo a.C. era coltivato dagli arabi che lo chiamavano Kharshafâ da cui l’attuale nome.

Leggi tutto >>


Ingredienti: 4 carciofi – 1 limone – 4 C d’olio – 6 fette di pane tostato – 1 c di timo – 4 fette mozzarisella .

Preparazione: iniziare lessando i fondi di carciofo in abbondante acqua bollente, leggermente salata ed acidulata con qualche goccia di succo di limone. A cottura ultimata scolarli e lasciarli raffreddare. Emulsionare all’interno di una ciotolina l’olio, il timo ed un pizzico di sale. Sistemare i fondi di carciofo su una placca da forno foderata con carta oleata,

Leggi tutto >>


Ingredienti: 4 carciofi – 3 chiodi di garofano – 2 arance – olio – 1 limone – noce moscata q.b. – 1 porro – curry e sale q.b. – 1 C di miele d’acacia.

Preparazione: mondare i carciofi eliminando gambi, foglie esterne e punte. Tagliarli a metà e poi a spicchi, quindi immergerli in una terrina con acqua acidulata con il succo di limone. Lavare bene l’arancia e tagliarla a spicchi,

Leggi tutto >>


Ingredienti: 4 carciofi – noce moscata q.b. – 40 g di parmigiano grattugiato – 1 C di pinoli – succo di limone q.b. – 1 albume.

Preparazione: pulire i carciofi, spuntarli, tagliarli a metĂ , scavarli un poco al centro, spruzzarli con succo di limone e cuocerli a vapore per 10 minuti. Mescolare 40 g di parmigiano grattugiato con una grattatina di noce moscata, un cucchiaio di pinoli e un albume montato a neve.

Leggi tutto >>