I disturbi artro-reumatici (10)

I Gemmoderivati

La gemmoterapia si è dimostrata di buona utilità per questi problemi, in particolare per l'ARTROSI. Certamente non è possibile eliminare i danni legati all.usura e al tempo, tuttavia lo schema di trattamento proposto consente la riduzione ed anche la scomparsa dei dolori per un'alta percentuale di soggetti.

Mattina Ribes Nigrum M.G.
Mezzogiorno Pinus Montana M.G.
Sera Vitis Vinifera M.G.

Il dosaggio di ognuno di questi gemmoderivati è di 50-60 gocce. Il trattamento va fatto per almeno due mesi per poi passare alla linfa di betulla: 50-60 gocce in un bicchiere d'acqua, da prendere per 20-30 giorni.

E' da tener presente che le assunzioni di gocce vanno fatte almeno 10 minuti prima dei pasti e questo più in generale anche per gli altri trattamenti che verranno presi in esame. Nell'artrosi senile si consiglia lo schema seguente:

mattina Sequoia Gigante M.G. 60 gocce
mezzogiorno Vaccinium Vitis Idaea M.G. 60 gocce
sera Rubus Fructicosus M.G. 60 gocce

Questi prodotti dovranno essere presi per due mesi con costanza, poi s'interverrà con Ribes N, Pinus M e Vitis V. (primo schema) da prendere con le modalità viste sopra per altri due mesi. Dopo il quarto mese è consigliabile ritornare a Sequoia, Vaccinium V.I., Rubus Fr. per altri due mesi.

I trattamenti dell.artrosi senile sono piuttosto lunghi (5-6 mesi), ma necessari per avere dei risultati. Di solito l.età anagrafica che viene presa come riferimento per l.applicazione di uno schema o dell.altro è quella dei 60 anni. Bisognerà aggiustare il tiro però in base all.età biologica del soggetto.

Persone di fatto molto invecchiate potranno aver bisogno del trattamento per l'artrosi senile anche prima dei 60 anni, mentre altri soggetti biologicamente più giovani potranno trarre vantaggi solo da Ribes Pinus,Vitis (primo schema) anche dopo i 60 anni.

Un caso a parte è costituito dalla donna in menopausa per la quale si consiglia questo trattamento:

mezzogiorno Rosa C. M.G. 50 gocce
sera Vaccinium V. I. M.G. 50 g.

Per l'ARTRITE i rimedi gemmoterapici sono la Vite (Vitis Vinifera M.G.) e la Vite Vergine (Ampelopsis Weiteii M.G.) in ordine crescente di gravità.Vitis V. è particolarmente indicata per l.artrite delle piccole articolazioni (dita delle mani e dei piedi),Ampelopsis w. è utile nell.artrite deformante diffusa, nella periartrite scapolo-omerale, nel morbo di Dupuytren.

ARTRITE i rimedi gemmoterapici sono la Vite (Vitis Vinifera M.G.) e la Vite Vergine (Ampelopsis Weiteii M.G.) in ordine crescente di gravità.Vitis V. è particolarmente indicata per l.artrite delle piccole articolazioni (dita delle mani e dei piedi),Ampelopsis w. è utile nell.artrite deformante diffusa, nella periartrite scapolo-omerale, nel morbo di Dupuytren.

ARTRITE i rimedi gemmoterapici sono la Vite (Vitis Vinifera M.G.) e la Vite Vergine (Ampelopsis Weiteii M.G.) in ordine crescente di gravità.Vitis V. è particolarmente indicata per l.artrite delle piccole articolazioni (dita delle mani e dei piedi),Ampelopsis w. è utile nell.artrite deformante diffusa, nella periartrite scapolo-omerale, nel morbo di Dupuytren.

E' consigliato associare ai trattamenti a base di Vitis e/o Ampelopsis il Ribes nero M.G. come antinfiammatorio di tipo generale. Ribes verrà assunto al mattino alla dose di 50 gocce, mentre Vitis o Ampelopsis verranno presi a mezzogiorno e sera sempre alla dose di 50 gocce. Nei casi in cui la scelta fra Vitis e Ampelopsis sia difficile si potrà prendere sia l.uno che l.altro seguendo lo schema seguente:

Mattina Ribes N. M.G. 50 gocce
Mezzogiorno Vitis V. M.G. 50 gocce
Sera Ampelopsis W. M.G. 50 gocce

Mentre i risultati dei trattamenti antiartrosi sono più consistenti e duraturi specialmente per le persone di età inferiore ai 60 anni, per l'ARTRITE si notano spesso delle recidive. Bisognerebbe fare degli opportuni esami ematici e poi intervenire con gemmoderivati appropriati, ma questa è materia da specialisti. Si ricorda comunque che il mirtillo rosso (VACCINIUM VITIS IDAEA) è un ottimo rimedio delle artriti, specialmente quelle delle donne.

Per ottenere risultati con questo gemmoderivato (dose 50 gocce 2 volte al dì) è importante che il fenomeno artritico sia insorto da non più di due anni. In questo caso si faranno trattamenti a cicli di due o tre mesi.

Per la GOTTA in gemmoterapia viene impiegato il Frassino (Fraxinus Excelsior M.G.) dall.azione antiuricemica e antigottosa. Si potrà assumere questo gemmoderivato tre volte al giorno al dosaggio di 50 gocce alla volta, oppure integrare il trattamento con il solito Ribes N secondo lo schema seguente:

Mattina Ribes N. M.G. 50 gocce
Mezzogiorno Fraxinus Ex. M.G. 50 gocce
Sera Fraxinus Ex. M.G. 50 gocce

Nelle DECALCIFICAZIONI in gemmoterapia si fa ricorso alle conifere che hanno la proprietà di fissare il calcio. Per i soggetti giovani con età non superiore ai 15-16 anni viene consigliato l'ABIES Pectinata M.G., da assumere dopo i tre anni al dosaggio di 50 gocce due volte al giorno. Si può anche prendere al mattino 50 gocce di Abies P. e al pomeriggio 50 gocce di BETULA Verrucosa gemme M.G. In caso di fratture, per accelerare la guarigione si consiglia: ABIES P. M.G. 50 gocce 3 volte al dì.

Sempre in tema di decalcificazioni per gli adulti si consigliano PINUS Montana M.G. e SEQUOIA Gigantea M.G. alla dose di 50 gocce di ognuno alternati nella giornata.

Per gli anziani e per la donna in menopausa si rimanda a quanto detto sopra a proposito dell'artrosi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *