Ingredienti 
4 fette di seitan al naturale – farina di riso – 1 cipolla rossa – 1 bicchiere di succo d’uva ottenuto spremendo dell’uva nera tipo merlot o cabernet – olio – sale – coriandolo.

Preparazione
soffriggere in un cucchiaio d’olio mezza cipolla rossa tagliata sottile (conservando gli anelli). Passare le fette di seitan nella farina, poi appoggiarle sulla padella con la cipolla e cuocere 3 minuti per lato;

Leggi tutto >>


Ingredienti 
1kg di uva clinton per ottenere dopo la spremitura mezzo litro di succo d’uva – 2 c di farina tipo 0 – 1 c di zucchero.

Preparazione
lavare l’uva, asciugarla, togliere gli acini dal raspo e spremerli con estrattore o altro strumento. Prendere un colino grande e mettere i due cucchiai di farina, versare a filo il succo d’uva, con un mestolo di legno mescolare in modo che il liquido e la farina scendano insieme nel pentolino.

Leggi tutto >>


Ingredienti 
4 fette di pane – 100 g di ricotta – acini d’uva a piacere – erba cipollina – sale – olio – curry.

Preparazione
tostare il pane. A parte preparare la salsa mescolando la ricotta con un filo d’olio, un pizzico di sale e di curry; mescolare bene con un cucchiaio fino a sciogliere ogni grumo. Aggiungere l’erba cipollina fresca tagliata finemente. Spalmare sul pane decorando con gli acini d’uva tagliati a metà e puliti dai semi.

Leggi tutto >>


Dolce di uva

Ingredienti 
3 uova – 100 g di zucchero – 250 g di acini di uva nera – 200 g di farina tipo 2 – 70 g di farina di mandorle – 1 c di cannella – 1 bustina di lievito – 50 g di latte di riso – 50 g di olio di mais.

Preparazione
preparare l’impasto assemblando gli ingredienti a partire dallo zucchero con le uova,

Leggi tutto >>


Vitis vinifera L. –  Fam. Vitaceae
Fioritura: maggio-luglio  –  Parti raccolte: frutto (autunno), foglie (primavera)  –  Tempo balsamico: autunno

La vite è una di quelle piante che con la sua inconfondibile fisionomia e con i suoi filari ha agito sul paesaggio e sul territorio, permettendo, oggi come nel passato, di aprirsi un varco verso una dimensione in cui il tempo è trascorso intrecciando erbe, arbusti ed alberi tra una generazione e l’altra e intensificando il legame con la terra,

Leggi tutto >>


Il prezioso frutto della vite, l’uva dai variegati colori dal verdognolo al nero con suggestive sfumature gialle, rosate, rosse e violacee, secondo la destinazione si distingue in grappoli da tavola, con buccia sottile, polpa compatta, vinaccioli poco numerosi o assenti e da vino, dalla polpa teneramente succosa.

Leggi tutto >>


Uva

Il suo nome deriva dal latino “vìere” (legare) e si riferisce alla volubilità dei tralci che bisogna legare a sostegni per tenerli sollevati da terra; anche se, in alcuni luoghi climatici, può essere coltivata anche a ceppo libero.

L’origine della viticoltura risale a tempi antichissimi, visto che il genere Vitis sarebbe già stato diffuso sulla terra ancor prima della comparsa dell’uomo, almeno stando ai risultati desunti da numerosi rilievi paleontologici. In Italia circa quattromila anni or sono in Sicilia la pianta era già coltivata.

Leggi tutto >>