Ginepro

Juniperus communis L. Cupressaceae
Fioritura: febbraio-aprile
Parti raccolte: frutti (galbuli), rametti e legno
Tempo di raccolta: agosto-settembre (galbuli), tutto l’anno (rametti e legno)

 

Leggi tutto >>


Ingredienti:
5 zucchine piccole e tenere – 1 C di pinoli – 1 C di: menta fresca, basilico, prezzemolo, timo – 2 C d’olio – sale e limone q. b. – 1 puntina di senape – 1 spruzzatina di tamari.

Preparazione:
mondare, lavare e affettare le zucchine il più sottilmente possibile. Metterle a marinare in un piatto da portata con la salsa preparata mescolando l’olio, il sale, il succo di limone,

Leggi tutto >>


Tarassaco

Il Tarassaco, chiamato anche soffione o dente di leone, e un’infinità d’altri nomi dialettali, dimostra con questo di essere pianta conosciutae apprezzata da millenni. Il suo nome deriva dal greco “Tarasseo”, che significa “io guarisco”.

Leggi tutto >>


Andar per erbe

                                 ANDAR PER ERBE … con Dino Bortoluzzi

Domenica 25  Settembre uscita con l’erborista alla ricerca e individuazione di piante spontanee per uso salutistico, alimentare, cosmetico, liquoristico.

Il percorso si svolge nell’affascinante contesto delle Colline del Montello

Vedi programma

Leggi tutto >>


Sul finire del XVI secolo, il medico e naturalista Costanzo felici indirizzò ad Ulisse Aldrovandi una lettera “sopra l’insalata e piante che vengono per il cibo del’homo in qualunque modo in varie vivande”. La lettera si presenta come un vero e proprio testo gastronomico e botanico che ci consente di ricavare una notevole quantità di informazioni sulla cultura alimentare del tempo e sui rapporti che il mondo colto di allora intesseva con il mondo delle piante.

Leggi tutto >>


Andar per erbe

“Brieve racconto di tutte le radici di tutte l’erbe e di tutti i frutti che crudi o cotti in Italia si mangiano”, è un libro scritto da Giacomo Castelvetro, esule in Inghilterra, nel 1614. Si tratta di una rassegna della gastronomia vegetale del tempo.

Leggi tutto >>


Museo di fisica e di esperienze variato, e decorato di osservazioni naturali, note medicinali, e ragionamenti secondo i principii de’ moderni è il titolo di un libro del 1697. Vi si può leggere la cronaca di un giorno in cui uno scrittore osservava che in un campo di sua proprietà erano entrati delle donne e dei ragazzi:

Leggi tutto >>


Per un’erba in più

Ogni oggetto, ogni persona, ogni pianta, ha la sua storia perché tutto ciò che esiste, esiste nel tempo e ha la sua storia. E’ così anche per le piante alimentari che sono entrate nell’esistenza delle cose nel tempo, come descrizione, analisi, discussione di un fenomeno biologico che si è evoluto ed è mutato poiché ci sono state delle cause cui hanno seguito degli effetti.

Leggi tutto >>