Il cacao

Il cacao è il prodotto di un albero sempreverde che può raggiungere i 10 metri di altezza. Produce fiori bianchi con sfumature rosa da cui si sviluppano poi i frutti. L’albero è in grado di dare 2 raccolti all’anno e raggiunge il suo completo sviluppo nel giro di dieci anni. Una piantagione produce frutti per circa 30 anni. Il nome scientifico della pianta è Theobroma cacao, appartiene alla famiglia delle Sterculiacee e si trova prevalentemente in Sud America.

Leggi tutto >>


Ingredienti: 180 g di farina di grano duro – 2 uova – 300 g di zucca – 200 g di funghi misti – 2 spicchi d’aglio – 1 scalogno – 100 g di panna di riso – qualche filo di zafferano – semi di papavero – olio – sale.

Preparazione: in una ciotola impastare la farina con le uova fino a formare una palla morbida ed elastica. Farla riposare in frigorifero.

Leggi tutto >>


Rotolo di verdure

Ingredienti: 250 g di farina tipo 2 – 1 uovo – 800 g di verdura a piacere (spinaci, catalogna, bieta, ecc) – 200 g di fontina – 2 spicchi d’aglio – sale – olio – peperoncino – salvia.

Preparazione: con la farina, l’uovo, 4 cucchiai d’olio e un po’ di acqua, se necessaria, preparare un impasto morbido ed elastico. Far riposare in frigorifero. Lavare la verdura e sbollentarla in acqua bollente salata.

Leggi tutto >>


Ingredienti: 800 g di zucca “Marina di Chioggia” – 1 spicchio d’aglio – 1 C di aghi di rosmarino tritati – olio – sale e pepe.

Preparazione: in una ciotola versare due cucchiai di olio, il rosmarino tritato, lo spicchio d’aglio schiacciato e una abbondante macinata di pepe, lasciare macerare un paio di ore. Lavare accuratamente la zucca, eliminare i filamenti e i semi, tagliare a spicchi lasciando la buccia. Ungere una pirofila da forno,

Leggi tutto >>


Ingredienti: 300 g di riso vialone nano – 2 cespi di radicchio di Treviso (precoce o tardivo) – 1 piccola cipolla tritata finemente – 200 ml di vino Cabernet (o altro vino rosso a piacere) – 2 C di farina di mandorle – 1 L di brodo vegetale – 15 gherigli di mandorle tostate con la pellicina e tritate – olio – noce moscata – pepe e sale.

Preparazione: lavare il radicchio,

Leggi tutto >>


Ingredienti: 3 melagrane medie (circa 1 kg in tutto) – 200 g di zucchero di canna – 35 g di agar agar in polvere – 3 C di succo di limone.

Preparazione: sgranare le melagrane e spremere i chicchi con una centrifuga (o uno schiacciapatate o un passaverdure), filtrare il succo con un colino fitto e misurare. Dovreste aver ottenuto circa 400 ml di succo, potete utilizzare anche succo in bottiglia non zuccherato.

Leggi tutto >>


Tiramisù

Ingredienti: 300 g di biscotti secchi – 250 g di ricotta – 150 g di crema di nocciole e cacao – caffè d’orzo dolcificato – cannella – tisana di liquirizia – cacao.

Preparazione: amalgamare insieme la ricotta e la crema di nocciola con qualche cucchiaio di tisana e un pizzico di cannella. Bagnare i biscotti nel caffè d’orzo, (in alternativa si può usare del pane all’uvetta tagliato a fette) disporli in un vassoio e coprirli con uno strato di crema.

Leggi tutto >>


Ingredienti: 1 sedano rapa (o di Verona) di medie dimensioni (circa 600-700 g) – 3 uova – 200 ml di crema vegetale da cucina (riso o soia) – 1 c di curry di Madras – farina di mais – olio – sale.

Preparazione: sbucciare la radice del sedano rapa, tagliare a pezzi e grattare grossolanamente con una grattugia per verdure, lessare in acqua salata per 3 o 4 minuti, scolare. Quando il sedano sarà raffreddato,

Leggi tutto >>


Ingredienti: 1 cavolo cappuccio rosso – 1 mela – 10 noci – olio – aceto di mele – sale.
Preparazione: affettare sottilmente il cappuccio e condirlo con olio, sale e aceto. Sbucciare e tagliare a pezzetti la mela, tritare grossolanamente le noci e aggiungere il tutto al cappuccio. Mischiare bene e servire.

Leggi tutto >>


Patata

La patata, pianta erbacea della famiglia delle solanacee è originaria dell’America meridionale, più precisamente delle Ande dove era coltivata già nel periodo precolombiano, probabilmente più di 2000 anni prima della conquista dell’America. Varie specie selvatiche di Solanum da tubero erano presenti anche nell’America del nord. Si pensa che la coltivazione domestica della specie sia avvenuta in relazione alle eccezionali condizioni climatiche e geografiche che caratterizzavano la zona delle Ande nella quale ebbero inizio gli insediamenti delle popolazioni migrate dal nord.

Leggi tutto >>